Yemen, distrutte in un’alluvione le case patrimonio UNESCO

Le forti piogge che hanno colpito lo Yemen hanno distrutto le case di mattoni del centro storico di Sana’a.

Brutte notizie in arrivo dallo Yemen. Le forti piogge che in queste ore si sono abbattute sul paese mediorientale infatti stanno distruggendo il centro storico della capitale Sana’a. Le case della città sono una delle meraviglie architettoniche del Medio Oriente. Il loro punto di forza, ossia l’essere costruite in mattoni di fango essiccato, in queste ore sta mettendo in pericolo la loro stessa sopravvivenza. Fonti vicine alle autorità filoiraniane, che controllano il paese dal 2014, parlano di 105 case crollate: alcuni testimoni invece hanno parlato di 5000 case in cui entra l’acqua. Le precipitazioni non stanno solo distruggendo un patrimonio dell’umanità ma stanno anche costando la vita a molte persone: si parla infatti di 130 vittime da metà luglio ad oggi.

LEGGI ANCHE >>> Virginia Raggi annuncia: “Mi ricandido come sindaca di Roma”

Yemen, in atto la crisi umanitaria più grave del mondo

yemen
Veduta aerea della capitale dello Yemen, Sana’a (Getty Images)

Le forti piogge che stanno flagellando lo Yemen sono solo l’ultima delle crisi che ha colpito il paese negli ultimi anni. Il paese, situato all’estremità meridionale della penisola araba, vive infatti un gravissimo conflitto armato ormai dal 2015. In quell’anno un colpo di Stato ha deposto il presidente yemenita ʿAbd Rabbih Mansūr Hādī: tuttavia l’uomo è riuscito a lasciare la capitale Sana’a e smentire le proprie dimissioni. L’Arabia Saudita è quindi intervenuta per cercare di riportare Hadi al potere con l’intervento militare più esteso mai portato avanti dal Paese. Alcune organizzazioni non governative internazionali, come Medici Senza Frontiere e Amnesty International, hanno accusato l’Arabia Saudita di aver commesso crimini di guerra nello Yemen. Oltre al conflitto armato, che ha portato alla morte di più di 90mila persone, il paese vive una condizione economica di povertà assoluta. Secondo una stima delle Nazioni Unite se la guerra non finirà entro il 2022 lo Yemen diventerà il paese più povero del mondo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Marsala, aggressione razzista nella notte: “Rispetta gli italiani”