È morto Sandro Mazzinghi, l’ex campione di boxe aveva 81 anni

Addio a Sandro Mazzinghi, l’ex pugile campione del mondo nel 1963 si è spento nella sua Pontedera a 81 anni dopo una breve malattia

Addio a Sandro Mazzinghi, l’ex pugile campione del mondo superwelter nel 1963 si è spento oggi nella sua Pontedera, in provincia di Pisa, dopo una breve malattia. Il prossimo 3 ottobre avrebbe compiuto 82 anni.

La famiglia ha dato notizia del decesso avvenuto nell’ospedale Lotti. Ci sarà anche l’esposizione della salma presso il Santuario del Santissimo Crocefisso di Pontedera mentre lunedì SI terranno i funerali, sempre in città.

Il campione era stato ricoverato per ischemia circa dieci giorni fa, ma poi erano emerse delle complicazioni che hanno aggravato la situazione, fino alla morte.

Negli anni sessanta cominciò la rivalità con un altro grande della boxe italiana, Nino Benvenuti, che oggi l’ha ricordato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> È morto Jack Sherman, addio al chitarrista dei Red Hot Chili Peppers

Sandro Mazzinghi, il ricordo di Nino Benvenuti: “Abbiamo diviso l’Italia dello sport”

 

Le nostre “sono sempre state battaglie dure, ma l’ho sempre rispettato e ora lo ricordo con affetto. La nostra è stata una rivalità come quella fra Coppi e Bartali”, con queste parole Nino Benvenuti ricorda Mazzinghi all’agenzia Ansa, aggiungendo “abbiamo diviso l’Italia dello sport”.

Nella carriera di Mazzinghi una tappa fondamentale è stata nel 1963 quando con l’introduzione a livello professionistico del superwelter, il 7 settembre batte Dupas, il detentore del titolo, al nono round.

A dicembre, nella rivincita, vinse di nuovo a Sydney per k.o. alla tredicesima ripresa, diventando lui il campione.

In tutta la sua carriera Sandro ha vinto sessantaquattro incontri, di quarantadue per k.o., vantando anche un titolo europeo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Inter-Siviglia, juventini contro Bergomi per una frase post gara – Video