Nuova versione di Facebook, a settembre il social si rifà il look

Nuova versione di Facebook che a settembre si rifà il look: ci sarà un nuovo design che prima era facoltativo, ora obbligatorio

Nuova versione di Facebook. Per il social è arrivato il momento di cambiare, definitivamente. Se prima la nuova grafica era facoltativa, da settembre non sarà più così. Gli affezionati al vecchio design che avevano deciso di non scegliere la novità, dovranno adattarsi.

Infatti la novità riguarda proprio questo punto: la “sperimentazione” è finita, e dal mese prossimo, piaccia o no, chi vuole continuare a usare Facebook, non avrà più margine di scelta.

Il rilascio della nuova versione è stato “graduale”. L’azienda era ben sapeva che con tre miliardi di utenti, non sarebbe certamente piaciuto a tutti il nuovo look, e così ha testato il favore di chi tutti i giorni, per diletto o lavoro, usa il primo grande social dell’era del web

La nuova versione avrà più cambiamenti sul desktop che sul mobile. Infatti per il primo caso si prenderà ad esempio proprio la versione mobile. In altri tempi sarebbe stato il contrario ma oggi l’uso di Facebook è maggiore sugli smartphone che sul computer.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Instagram, nuova mossa contro account fake: serviranno i documenti

Nuova versione di Facebook, diversi i colori dello sfondo: novità in risalto

Nuova versione Facebook

Ma cosa cambia? Addio al blu, classico colore predominante. Spazio al bianco, ma si può scegliere anche lo sfondo nero, adatto all’utilizzo nelle ore notturne così da stancare meno gli occhi.

Si metteranno più in risalto i gruppi perché l’azienda vuole puntare di nuovo di quelli. Per chi ricorda, infatti, all’inizio della diffusione del social,creavano più dibattito interno i gruppi che le pagine, cosa che invece avviene ora.

Saranno più in vista anche i contatti Messenger. Insomma, uno degli obiettivi di questi cambiamenti sarà rendere più simile le esperienze mobile con quella fissa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple e Google rimuovono Fortnite dallo Store: il motivo