Covid, per Patric e Correa sierologico alterato: niente ritiro

Possibile caso di Covid in casa Lazio. Non sono partiti per il ritiro di Auronzo di Cadore Correa e Patric. “Alterati i valori del test sierologico”, verrà effettuato un nuovo esame.

La nuova stagione è praticamente ai blocchi di partenza. Tra ieri e oggi sono iniziati i ritiri di molte squadre di Serie A: con il campionato che inizierà il prossimo 19 settembre, i giocatori avranno meno di un mese di tempo per prepararsi a rituffarsi nella prossima annata calcistica. La Lazio è partita nelle ultime ore per il ritiro di Auronzo di Cadore, ormai meta fissa dei biancocelesti per gli allenamenti estivi. Non sono con il resto dei compagni però Patric e Correa: i test sierologici del difensore spagnolo e dell’attaccante argentino hanno dato valori alterati, quindi ci sarà bisogno di un nuovo esame per entrambi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, anche Bolt è positivo. Le sue condizioni 

Covid, Patrie e Correa non partono. Positivo Tachsidis

Entrambi i giocatori di Inzaghi quindi dovranno attendere i risultati di un nuovo esame prima di partire, in caso di esito negativo, per il ritiro sulle Alpi. Come confermato da De Martino, capo della comunicazione della Lazio, non si tratta del risultato del tampone, ma dell’esame sierologico. “Con noi non ci sono Patric e Correa perché sul test sierologico hanno un dato alterato, ma il loro tampone è negativo. Per precauzione la Società ha preferito tenere i due tesserati a Roma” ha comunicato.

Chi invece è positivo al Covid è Tachsidis, centrocampista ex Roma e ora in forza al Lecce che attualmente si trova in isolamento in Grecia. Il calciatore si era sottoposto volontariamente al tampone prima di tornare in Italia e ora dovrà osservare la quarantena di rito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, i numeri dell’ultimo bollettino italiano