Coronavirus, Oms: “Servizio sanitario interrotto in gran parte del mondo”

L’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) torna a parlare in relazione alla vicenda del coronavirus: servizio sanitario sotto sforzo.

Ripartenza della scuola, apertura di alcune mostre o giornate importanti (come quella del cinema a Venezia), aumento dei casi. Insomma: il coronavirus fa sempre parlare di sé. Un anno con il Covid-19: è questo lo scenario che si sta delineando negli ultimi giorni. Si è aperto l’anno con questo maledetto virus e sicuramente lo si andrà a chiudere. In che modo, potrebbe essere ancora un mistero. Tutto dipende dalle misure di tutela che adotteranno i vari Paesi mondiali. Un sistema, però, che sicuramente è rimasto “ferito” se non traumatizzato è quello sanitario. A tal proposito è intervenuto l‘Oms che, nelle ultime ore, ha rilasciato delle importanti dichiarazioni in materia: “Dagli screening per il cancro alle terapie per l’Hiv, passando per le vaccinazioni e i servizi di pronto soccorso: il 90% dei Paesi segnala interruzioni dei servizi sanitari essenziali a seguito della pandemia di coronavirus”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Oms: “Pandemia da Covid-19 emergenza sanitaria più grave di sempre”

L’Oms in allerta per il sistema sanitario: intanto in Europa superati i 4 milioni di casi

oms coronavirus sistema sanitario europa
L’Europa ai tempi del Covid-19 (Getty Images)

Quello che l’Organizzazione Mondiale della Sanità intende dire è molto semplice, seppur complesso nel suo svolgimento: un sistema sanitario che si è dovuto “piegare” per combattere il Covid-19 e che rischia di tornare in piedi con diversi acciacchi in relazione ad altre ricerche e cure mediche in altri campi. L’Oms continua nell’afferma che: “Ad aver pesato è stata la ridistribuzione del personale per fornire assistenza Covid, l’indisponibilità dei servizi a causa di chiusure e le interruzioni nella fornitura di attrezzature mediche e di prodotti sanitari”.

Intanto la situazione non migliora di certo in Europa. Nel nostro continente, nell’ultimo e completo giro d’orologio, sono stati registrati oltre 4 milioni di casi: superata, quindi, un’altra soglia che era in “attesa” di essere raggiunta. Dato che emerge dal conteggio, reso poi pubblico, dell’agenzia di stampa francese Afp.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Oms, Mike Ryan da Ginevra: ”Nuove ondate di Coronavirus se si allenta”