Oms, Mike Ryan da Ginevra: ”Nuove ondate di Coronavirus se si allenta”

Dalla consueta conferenza stampa dell’Oms a Ginevra sul Coronavirus, Mike Ryan afferma che se si allentano le misure ci saranno nuove ondate

Il Coronavirus continua a terrorizzare il mondo, con i dati nel globo che continuano ad essere spaventosi. Sono più di 20 milioni le persone contagiate dal Coronavirus, con alcuni paesi come gli Stati Uniti che continuano a registrare giornalmente dati impressionanti sui nuovi contagi. In Italia gli attualmente positivi sono 13 mila, un dato contenuto rispetto ad altri paesi. Da Ginevra, dove si è svolta la consueta conferenza stampa sul Coronavirus, il capo delle emergenze sanitarie dell’Organizazzione Mondiale della Sanità lancia l’allarme. Se le misure verranno allentate saranno inevitabili nuove ondate di contagi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, positivo Antonio Banderas: l’annuncio sui social

Oms, Mike Ryan lancia l’allarme da Ginevra: ”Il Coronavirus non è stagionale”

Oms Coronavirus Mike Ryan Ondate
Mike Ryan (Getty Images)

Non bisogna allentare la presa, questo è il messaggio di Mike Ryan durante la conferenza stampa di Ginevra sul Coronavirus. Il capo delle emergenze sanitarie dell‘Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara che sarà inevitabile avere nuove ondate. Purtroppo non si è ancora riusciti a sopprimere il virus in tutta l’Europa ed anche i paesi che sono riusciti a contenerlo lo stanno vedendo tornare. Poi continua affermando che questo virus non è stagionale come l’influenza e che se si allenteranno le restrizioni ci saranno nuove ondate e picchi. Questo significa che l’unica cosa da fare è non allentare la presa e cercare di sopprimere l’espansione del virus. Parole che dunque fanno scattare l’allarme in Europa e che invitano ad una maggiore prudenza nel rispettare le norme imposte per evitare che i contagi tornino a salire e tornino a far risalire il numero delle vittime in Italia e nel mondo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus India: incendio in centro cura Covid, 7 vittime