In aereo senza biglietto: la giustificazione è surreale

Un uomo di trent’anni sale su un aereo senza avere il biglietto. L’uomo si giustifica in un modo bizzarro. Indagini in corso per accertare responsabilità.

Marcello Cannale, un uomo di 30 anni di Bari, residente nel quartiere di Ceglie del Campo, lo scorso 28 agosto ha superato tutti i controlli previsti per l’imbarco ed è salito su un aereo in partenza da Bari e diretto a Genova senza avere il biglietto. L‘uomo, dopo aver aiutato moglie e figlia di tre anni a salire sull’aereo Rayanair e a sistemare i bagagli, ha provato ad uscire dallo stesso. In quel momento, però, una hostess lo ha fermato.

L’uomo, sprovvisto di biglietto, è stato sanzionato per 2.064 euro, ma la giustificazione da questi utilizzata sembra avere un che di surreale. Cannale sarebbe stato convinto che l’aereo funzionasse come il treno, con la possibilità di accompagnare i familiari all’interno e poi scendere. Il 30enne ha incaricato un avvocato, Stefano Remine, il quale contesterà la sanzione irrogata al suo cliente tramite uno scritto difensivo da depositare in questura. Nel caso in cui ciò non dovesse bastare, si dice pronto a presentare un ricorso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Diletta Leotta ritorna al lavoro: la scollatura è mozzafiato – FOTO

Uomo sale sull’aereo senza biglietto: sanzioni e responsabilità del personale

In aereo senza biglietto
In aereo senza biglietto (Getty Images)

Cannale non è l’unico ad essere stato multato per la vicenda, infatti, altre due sanzioni dello stesso importo sono state irrogate a una guardia giurata della Securpol Puglia e ad una dipendente di AdP, addetta al gate da cui è passato Cannale.

Avviate anche indagini interne da parte della società aeroportuale e da Polaria per accertare eventuali responsabilità per le omissioni che hanno consentito al 30enne di arrivare all’imbarco senza il titolo di viaggio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Barbara D’Urso: topless in tv. La reazione è inaspettata