Arriva l’algoritmo per calcolare il rischio di morte per Covid

L’Università di Firenze ha creato un algoritmo che calcola il rischio che un paziente muoia di Covid. 

Arriva un algoritmo in grado di prevedere le complicazioni del Covid nei pazienti ricoverati. Lo studio nasce grazie alla collaborazione tra l’Università di Firenze, l’ospedale Careggi del capoluogo toscano e la Fondazione Poliambulanza di Brescia. I tre enti infatti hanno lavorato insieme per creare “COVID-19MRS”. Questo algoritmo calcola la probabilità che l’infezione da coronavirus di un paziente si aggravi entro due ore dall’accesso al Pronto Soccorso. Sembra che il sistema sia affidabile: la percentuale di successo infatti è del 90%. Questo strumento potrebbe rivelarsi fondamentale per gestire al meglio l’accesso dei pazienti affetti da Covid, aiutando molto medici e infermieri.

LEGGI ANCHE >>> Bollettino coronavirus 6 settembre, 1.297 nuove diagnosi

Arriva l’algoritmo che calcola i rischi del Covid, sei variabili fondamentali

algoritmo covid
Il funzionamento dell’algoritmo sui rischi del Covid (Twitter)

Il nuovo algoritmo sviluppato dall’Università di Firenze calcolerà il rischio che un paziente affetto da Covid si aggravi entro due ore dall’accesso al Pronto Soccorso. Le variabili prese in esame dai ricercatori sono sei. La prima è l’età, divisa in tre fasce: 18-62, 63-74, 75 e oltre. Un altro parametro è la presenza di altre patologie croniche, come il diabete o l’insufficienza respiratoria tipica dei fumatori. C’è poi la frequenza respiratoria, cioè il numero di respiri in un minuto, e l’indice di Horowitz che dà preziose indicazioni sulla compromissione polmonare del paziente. Gli ultimi due parametri in esame sono la conta delle piastrine e la creatinina. Il primo dei due permette di individuare eventuali coaguli sanguigni nel paziente, mentre il secondo segnala la presenza di danni ai reni. Nelle prossime settimane i medici capiranno quanto questo algoritmo sarà utile al personale ospedaliero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Arturo Lorenzoni, malore in diretta per il candidato governatore