Viaggio a Vicenza: i posti da vedere intorno alla città veneta

Tra i posti da vedere durante un viaggio a Vicenza ci sono sicuramente dei piccoli borghi che vi lasceranno a bocca aperta: vediamo insieme la loro bellezza.

Purtroppo è l’anno del Covid-19. Lo hanno detto in tanti e da questo aspetto non si può scappare. Allo stesso modo, però, in tanti hanno anche detto che, date le tante restrizioni, l’Italia può essere un posto interamente da riscoprire. E dove se non attraverso i suoi splendenti e antichi borghi? La redazione di BlogLive ha deciso di partecipare a questo richiamo alla bellezza cercando di evidenziare, da qui in avanti, i borghi più interessanti di ogni città italiana. Oggi è la volta di Vicenza. Si sa: quando si opta per un viaggio in città, non è mai semplice uscirne e perdersi nelle meraviglie che offre il panorama intorno a essa. Quasi tutti, oggi, siamo portati a visitare (molto spesso per mancanza di tempo) le città in un lasso ristretto, ma buono, di tempo: i famosi 3 o massimo 4 giorni. In uno di questi giorni potreste anche uscire dalla città e dirigervi alla scoperta di piccoli paradisi. Ecco, quindi, 3 bellissimi borghi della provincia di Vicenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Andare in vacanza: arte filosofica da riscoprire nel suo essere più profondo

I 3 borghi di Vicenza: posti da non perdere e vedere in tutta la loro bellezza

I tre borghi che abbiamo scelto per farvi uscire (una volta visitata interamente) dalla città di Vicenza sono quelli di: Asiago, Marostica e Bassano del Grappa. Ora è davvero giunto il momento nel loro splendore.

Asiago: il borgo del delizioso formaggio

Uno dei 4 borghi da non perdere della provincia di Vicenza è sicuramente Asiago. Un comune di appena 6.453 abitanti. Un borgo dove poter gustare sicuramente dell’ottimo formaggio. Il nome Asiago è infatti legato a quello dell’ottimo e omonimo formaggio, prodotto sull’Altopiano, da tempo divenuto DOP (Denominazione di Origine Protetta).

Marostica: il borgo degli scacchi

Il secondo borgo da andare a visitare è quello di Marostica. Un comune completamente differente da quello di Asiago. Se quest’ultimo è caratterizzato, come visto in video, dalle montagne e dal formaggio, Marostica, invece, è famosa per la partita a scacchi vivente, che si svolge, con ricorrenza biennale, nel secondo fine settimana di settembre. Quest’anno, purtroppo, per le disposizioni anti Covid-19, difficilmente verrà messa in campo. Ma lo abbiamo detto in precedenza, siamo qui per uscire insieme da questa situazione di pandemia e farci trovare pronti una volta “tornati in vita”.

Bassano del Grappa: il borgo del “buon bere”

Terzo e ultimo borgo, che va a completare il giro fuori Vicenza, è quello di Bassano del Grappa. Con gli anni, più che un borgo, Bassano è diventata una piccola cittadina a tutti gli effetti. Ad oggi ci vivono poco meno di 50.000 abitanti, ma il suo carattere storico non è stato smarrito. Il famoso Ponte Vecchio è ancora intatto e le persone continuano a passeggiarci sopra. Famosissime sono le cantine dove poter sostare per assaggiare del buon vino o dell’ottima grappa. Se non qui, in quale altro posto?