Test rapidi per il coronavirus nelle scuole di Milano, lo studio della Statale

Nelle scuole di Milano arrivano 6mila test rapidi per il coronavirus: il risultato arriva in un’ora.

L’Università Statale di Milano ha progettato uno studio sulla diffusione del coronavirus che coinvolgerà 14 scuole. L’obiettivo di questo studio infatti è di capire come il virus si diffonde nelle comunità scolastiche del capoluogo lombardo. Gian Vincenzo Zuccotti, direttore del Dipartimento di Pediatria dell’ospedale Sacco di Milano, ha presentato il progetto questa mattina nel nosocomio lombardo. I test saranno ovviamente volontari: le famiglie che vorranno partecipare all’indagine dovranno richiedere il kit alla scuola. Si tratta di test “pungidito“, come quelli per la glicemia: basteranno solo due gocce di sangue per accertare la presenza del virus nell’organismo. Il kit andrà poi restituito alla scuola, che a sua volta lo manderà al Laboratorio di Analisi del Sacco. In caso di positività i sanitari provvederanno a fare un tampone allo studente e alla famiglia.

LEGGI ANCHE >>> Riapertura Scuola, Campania: ufficiale la data di riapertura

Test rapidi nelle scuole di Milano, l’obiettivo della ricerca

test rapidi scuole milano zuccotti
Il responsabile del progetto Gian Vincenzo Zuccotti (Screenshot Youtube)

La distribuzione dei test rapidi per il coronavirus nelle scuole di Milano coinvolgerà 16mila studenti, dalle elementari alle superiori, in 14 istituti del capoluogo lombardo. L’obiettivo del progetto, secondo il curatore Gian Vincenzo Zuccotti, è quello di raccogliere informazioni sulla diffusione del coronavirus tra gli studenti. Secondo il ricercatore infatti mancano dati fondamentali su come si comporta il virus nei pazienti in età scolare. Grazie a questo studio, che prevede che gli stessi studenti si sottopongano al test per tre volte in sei mesi, sarà possibile raccogliere dati importanti. Tra questi c’è anche il numero di positivi che sviluppano sintomi nella fascia d’età tra i 6 e i 19 anni. Potranno partecipare a questo studio anche gli studenti e i docenti della Statale di Milano, sempre su base volontaria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bollettino coronavirus 7 settembre, nuove diagnosi ancora in calo