Usa, sparatoria nelle strade di New York: altra follia umana

Un’altra sparatoria nelle strade Usa: il fatto è successo esattamente nelle vie di New York, di mezzo anche un bambino di 6 anni.

Continuano, senza sosta, le folli sparatorie nelle strade degli Stati Uniti d’America. Sembra assurdo dirlo, soprattutto per un mondo nel quale si cerca di regolarizzare alcuni aspetti sociali e fare un passo avanti, ma quella delle sparatorie sembra essere diventata una moda. Un qualcosa che, più si va avanti e più si ingigantisce, senza sosta. A essere colpiti sono, sempre di più, gli Usa. Purtroppo, in una nazione ove si vendono armi come fossero caramelle per bambini di una bancarella di quartiere, i risultati non possono che essere che i seguenti. Continui bagni di sangue e se proprio non c’è il colore rosso a terra, ci sono sempre molti feriti. Com’è successo nell’ultima sparatoria, di poche ore fa, nelle strade di New York.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, sparatoria a Chicago: colpita un’agenzia di pompe funebri

Sparatoria nelle vie di New York: tra i bersagli anche un bambino di 6 anni

sparatoria new york
Agente di polizia durante una sparatoria in Usa (Fonte Facebook)

Secondo quanto riportano fonti straniere l’ennesima sparatoria messa in atto nelle strade Usa, sarebbe avvenuta nella città di New York. Il tutto è accaduto, come spesso succede durante questi tragici eventi, durante una celebrazione, ove, di solito, prendono parte molte persone, anche di diversa cultura fra loro. La celebrazione in questione è quella dello J’ouvert, una festa carnevalesca di strada delle popolazioni caraibiche. Un momento si svago, di divertimento, di gioia durante un periodo non abbastanza semplice, come continua a essere quello del coronavirus, soprattutto negli Stati Uniti d’America.

Appunto. Un momento di festa, interrotto, per l’ennesima volta, dalla follia umana. Una follia che, fortunatamente (almeno secondo le ultime indiscrezioni), non ha portato con sé delle vittime. L’uomo, del quale si conosce ancora poco, ha aperto il fuoco sulla folla. Secondo gli investigatori, le persone mirate dal criminale non erano nemmeno il “bersaglio giusto” (come se ci fosse, poi, un bersaglio giusto sul quale fare fuoco). Al momento degli spari è rimasto ferito un bambino di 6 anni, portato subito in ospedale e ora sotto stretta osservazione

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, California: altro bagno di sangue durante una brutale sparatoria