Conte, dopo le polemiche salta la partecipazione a Domenica In

Salta il messaggio di Giuseppe Conte agli studenti, previsto durante la prossima puntata di Domenica In.

Continuano le polemiche che nelle scorse ore hanno investito il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la conduttrice Mara Venier. Il presidente del Consiglio infatti avrebbe dovuto registrare un breve messaggio di auguri indirizzato agli studenti che inizieranno la scuola lunedì 14 settembre. Dopo le accuse durissime lanciate dai leader dell’opposizione, soprattutto Matteo Salvini e Giorgia Meloni, Conte ha deciso che il messaggio di auguri non ci sarà. L’obiettivo è evitare che a fare le spese di questa bagarre mediatica sia la scuola. Gli auguri arriveranno da Mara Venier, come annunciato da lei stessa in un post sui social. La conduttrice aveva insistito molto affinché Conte partecipasse alla trasmissione, anche se da remoto. Le polemiche però hanno portato ad un brusco cambio di programma.

LEGGI ANCHE >>> Ospiti prima puntata Domenica In, c’è Conte. Salvini polemizza

Domenica In pronto a ripartire (senza messaggi di Conte)

conte domenica in mara venier
Mara Venier torna al timone di Domenica In (Twitter)

Nonostante le polemiche delle scorse ore sul messaggio del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, la nuova stagione di Domenica In è pronta a partire. Alla guida della trasmissione troveremo Mara Venier, per anni volto storico della domenica in casa Rai. Sarà una nuova stagione un po’ particolare a causa delle disposizioni sanitarie per prevenire la diffusione del coronavirus. Il pubblico sarà praticamente assente e anche l’orchestra in studio sarà ridotta. Gli ospiti massimi per ogni puntata della trasmissione saranno 8. Domenica 13 settembre, per la ripartenza del programma, troveremo in studio Loretta Goggi – che aveva già chiuso la scorsa edizione – e Romina Power, oltre a Claudio Amendola e Anna Tatangelo. Ci sarà anche un collegamento streaming con Mika, che in questa occasione lancerà una campagna di beneficenza in favore del Libano. Il cantante infatti, che è nato proprio nella capitale Beirut, vuole raccogliere fondi dopo la terribile esplosione avvenuta in un deposito di fuochi d’artificio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Esplosione Beirut, Mika attacca il Governo libanese in una lettera