Cancel Netflix, campagna di boicottaggio dopo la pubblicazione di Cuties

Sui social spopola una campagnia di boicottaggio contro Netflix: la “colpa” sarebbe del film francese Cuties.

Nelle scorse ore Netflix, celebre piattaforma di streaming video, ha dovuto fare i conti con una campagna di boicottaggio che ha già raccolto più di 660mila adesioni. Sui social infatti, soprattutto su Twitter e Instagram, l’hashtag #cancelNetflix sta spopolando. Il motivo? La pubblicazione del film “Cuties“, diretto dalla regista senegalese Maimouna Doucouré. Secondo molti utenti infatti il film, che racconta la storia di una ragazzina che attraverso la danza sfida la famiglia conservatrice, sarebbe un incentivo alla pedofilia. Le giovani protagoniste ballano il “twerk“, uno stile di danza generalmente ritenuto molto sensuale e che per questo stona con la giovanissima età delle protagoniste. Le polemiche si legano anche al casting fatto per scegliere la protagonista: le partecipanti infatti, tutte giovanissime, hanno dovuto ballare in intimo.

LEGGI ANCHE >>> Stupro di gruppo a Matera, otto ragazzi contro due minorenni

Boicottaggio Netflix, la piattaforma risponde dopo il crollo in Borsa

netflix boicottaggio
Un fotogramma del film “Cuties” (Twitter)

La campagna di boicottaggio contro Netflix ha fatto sentire tutta la propria potenza, “costringendo” i vertici della compagnia a rispondere pubblicamente. Un comunicato stampa della società ha spiegato la visione di Netflix del film contestato. Si tratterebbe, secondo la piattaforma, di un film che attraverso la storia che racconta vuole criticare la sessualizzazione delle ragazzine. Nel film infatti le protagoniste subiscono grandi pressioni dalla società che le circonda, anche attraverso i social media. Nel frattempo però le conseguenze della campagna di boicottaggio, che ha già raggiunto le 660mila adesioni, si fanno sentire. Il valore di Netflix in borsa infatti è crollato di 9 miliardi di dollari in un giorno solo. Inoltre il sito iMDB, uno dei maggiori cataloghi di film e serie TV al mondo, ha classificato “Cuties” come non adatto ai minori senza la supervisione di un adulto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Valentina Nappi attacca le donne: siete sessuofobe