Torre del Greco contesta Matteo Salvini: Pomodori, fischi e slogan

Matteo Salvini torna in Campania e lo fa a Torre del Greco, ma l’accoglienza non è delle migliori: pomodori e fischi sul palco

Che tra la Campania e Matteo Salvini non ci sia particolare simpatia è cosa nota ormai da tempo, ma questa volta la protesta è stata molto più dura. Infatti il leader leghista si è oggi recato a Torre del Greco per un intervento, durato poi solamente cinque minuti a causa delle proteste. Al momento di salire sul palco, Matteo Salvini è stato accompagnato da molti fischi, slogan ed addirittura pomodori lanciati. Naturalmente la replica non si è fatta attendere da parte del leader leghista, che ha anche annullato la passeggiata nelle zone storiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Deputata senza mascherina prova a baciare il giornalista: è scandalo

Matteo Salvini contestato a Torre del Greco: la risposta del leader della Lega

matteo salvini aggressione
Il leader della Lega Matteo Salvini (Getty Images)

Dura contestazione nei confronti di Matteo Salvini a Torre del Greco. Il leader della Lega è rimasto sul palco solo cinque minuti, visti i pomodori lanciati ed i fischi rivolti a lui. Inoltre anche la visita nelle aree del mercato e della città sono state annullate. Salvini però non è stato in silenzio davanti alla protesta ed a risposto dichiarando che quelli presenti a contestarlo erano tutti amici di De Luca, governatore della Campania, che non avrebbero nulla da fare e prenderebbero il reddito di cittadinanza. Poi se la prende con una signora che inveiva contro di lui e le dice che questa è la sua vittoria, poiché con Renzi o De Magistris sarebbero tutti in casa. Infine arriva la frecciata ance verso Lucia Azzolina, Ministro dell’Istruzione, verso la quale dichiara che la Lega farà di tutto per mandarla a casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Assegno unico ai figli al via da gennaio: chi ne ha diritto