Avezzano, tenta di uccidere la moglie e poi si getta dal quarto piano

Ad Avezzano un uomo di 70 anni ha accoltellato la moglie, candidata in Consiglio Comunale, per poi uccidersi gettandosi dal quarto piano.

avezzano tentato omicidio moglie
Avezzano, tenta di uccidere la moglie e si suicida (Facebook)

La domenica elettorale di Avezzano, comune di 40mila abitanti in provincia dell’Aquila, comincia nel sangue. Vittorio Emi, 70enne medico in pensione, ha tentato di uccidere la moglie Paola Lombardo con una coltellata. Dopo il tentato omicidio l’uomo si è suicidato lanciandosi dalla finestra dell’appartamento in cui vivevano, sito al quarto piano di una palazzina. Gli investigatori stanno cercando di capire quali siano i motivi all’origine di quello che sembra un tentativo di femminicidio. La donna infatti, commerciante di 67 anni, era candidata al Consiglio Comunale della città con il civico Giovanni di Pangrazio. Le condizioni della 67enne sono gravi: per rimediare alle ferite inferte la donna ha subito un’operazione chirurgica nell’ospedale di Avezzano. Al momento la prognosi rimane riservata.

LEGGI ANCHE >>> Trovato cadavere nell’Adda: potrebbe essere ragazza di Sondrio

Avezzano, si torna al voto dopo il commissariamento

avezzano tentato omicidio moglie
La vittima del tentato omicidio, Paola Lombardo (Facebook)

Il tentato omicidio di una candidata al Consiglio Comunale di Avezzano da parte del marito ha portato le elezioni nel comune abruzzese sulle prime pagine della cronaca nazionale. La città infatti torna al voto dopo tre anni dall’elezione con il centrodestra di Gabriele De Angelis, che aveva sconfitto al ballottaggio Giovanni Di Pangrazio. Nel 2019 però il comune è stato commissariato perché il Consiglio Comunale ha sfiduciato il sindaco e non ha approvato il bilancio entro i termini. De Angelis inoltre aveva perso la maggioranza in Consiglio dopo una sentenza del TAR che aveva riconteggiato le preferenze per i consiglieri. Per questo motivo la coalizione che appoggiava il sindaco era in realtà la minoranza del consiglio. Ora Di Pangrazio tenta di nuovo di arrivare alla guida della città: il tentato omicidio di una candidata che lo sosteneva però renderà un’ipotetica vittoria decisamente più amara.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Padova, coppia gay pestata in centro: ferito alla testa anche un amico