Alberto Tarallo: chi è veramente il compagno di Teodosio Losito

Alberto Tarallo, nome accostato a Teodosio Losito, è stato un noto sceneggiatore. Dalle fiction alla morte del compagno

alberto tarallo
Alberto Tarallo (screenshot)

Sceneggiatore, capo della Ares Film e fidanzato di Teo. Pare che i due fossero compagni oltre che colleghi – l’omosessualità di Teodosio non è mai stata un segreto. Ex capo della Ares, fallita nel 2020, Alberto Tarallo è stato un famoso sceneggiatore e compagno di Teo Losito. Il suo nome al momento sta circolando con insistenza a causa dell’ultimo scandalo Aresgate.

Il polverone è stato alzato dopo le recenti dichiarazioni di Auda Del Vesco e Massimiliano Morra al GF Vip. I due si sono fatti scappare alcuni dettagli su una presunta setta di cui facevano parte in passato, al quale sarebbero legati molti nomi noti nel mondo dello spettacolo. Oltre al morto suicida Teodosio, farebbe parte dello “strano giro” anche l’ex produttore di fiction. Noto nel circuito per aver lanciato attori del calibro di Eva Grimaldi, Gabriel Garko e gli stessi Adua Del Vesco e Massimiliano Morra.

Il compagno di Teodosio nello scandalo Aresgate: chi è Tarallo

alberto tarallo
Alberto Tarallo (youtube)

Era a capo della Ares Film, Alberto Tarallo. Un personaggio molto emblematico, vista la scarsezza di notizie sul suo conto. Si fatica a trovare perfino i dati anagrafici dell’ex sceneggiatore, fatto assai curioso per un personaggio del suo calibro. Tarallo ha dato il via a serie tv molto famose come L’Onore e il Rispetto, Il Bello delle Donne, Il Peccato e la Vergogna e Furore. Nel febbraio del 2020 il tribunale di Roma ha dichiarato il fallimento della Ares Film, di cui era proprietario insieme all’ex fidanzato.

Ultimamente sembrerebbe anche lui aver a che fare con lo strano giro di cui faceva parte anche il suo ex compagno, defunto, Teodosio Losito. Intorno alla scomparsa di Losito circolano da alcuni giorni strane voci, alimentate dalla conversazione avvenuta al GF Vip tra Adua e Massimiliano. Un alone di mistero che avvolge il mondo dello spettacolo italiano, un vaso di pandora che sembra essersi aperto ormai inesorabilmente.