Neonati positivi al Covid, arriva la risposta del Policlinico

Il direttore generale dell’Umberto I smentisce le notizie secondo cui i bambini nati al Policlinico sarebbero tutti positivi.

ambulanza
ambulanza (Getty Images)

E’ intervenuto il direttore generale dell’Umberto I di Roma per smentire le false notizie che stanno circolando online. In base ad alcuni articoli, infatti, tutti i bambini nati al Policlinico sarebbero risultati positivi al covid-19. Vincenzo Panella ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito, dicendo che queste notizie sono assolutamente false e che l’ospedale si difenderà nelle sedi opportune.

La direzione del Policlinico di Roma è stata ascoltata ed ha spiegato come stanno realmente le cose. Sono state ricoverate cinque donne positive al coronavirus che hanno partorito neonati sani. I bambini sono stati tutti sottoposti al tampone per sicurezza.  Tutti sono risultati negativi. Anzi il direttore generale ci tiene a precisare che da quando è iniziata la pandemia, tutte le madri risultate positive al covid hanno partorito bambini sani.

TI POTREBBE INTERESSARE>>>Covid-19 a Roma, 31 enne intubato: non aveva patologie pregresse

Bambini tutti positivi al covid-19? Interviene il direttore generale

bambini positivi
Covid ministero (Getty Images)

Il focolaio che sarebbe nato a Roma, nel Policlinico dell’Umberto I, è stato completamente smentito dal direttore generale Vincenza Panella. Mentre al bambino Gesù si sono registrati circa 26 nuovi casi, tra genitori e bambini. Si tratta infatti di quindici bambini e undici genitori, dopo il calo estivo c’è stato un aumento di contagi in queste ultime settimane. Il responsabile del centro covid di Palindro, Andrea Campana, ha detto che questi numeri non sono preoccupanti.

La regione Lazio è sicuramente  una delle più colpite, insieme alla Campania, nell’aumento dei contagi. Ci sono 994 nuovi casi, rispetto ai 795 casi di venerdì. E’ stato raggiunto anche un nuovo record, si sono effettuati circa 28mila nuovi tamponi nel Lazio. E’ il numero più alto se viene rapportato al numero della popolazione. Nella capitale i nuovi casi si aggirano sui 494, mentre nelle periferie i numeri raggiungo i 338 casi.