Insonnia: a cosa è dovuta e come si combatte

Brutta bestia perdere il sonno, sia in modo lieve che duraturo nel tempo: questo vuol dire soffrire d’insonnia. Ma un modo per uscirne e combatterla c’è e deve essere applicato nella giusta maniera.

donna insonnia
Una donna durante una notte d’insonnia (Fonte Facebook)

Il sonno va, il sonno viene. Neanche per sogno. Il sonno deve rimanere costante nel tempo. È un aspetto fondamentale del nostro ciclo vitale che non deve essere minimamente sottovalutato. Perderlo significherebbe il sopraggiungere di disturbi per il nostro organismo molto seri e a tratti anche drammatici. Riposarsi, soprattutto durante la notte, deve essere quindi do fondamentale importanza.

Tutto ciò poc’anzi detto si tramuta nella parola insonnia. Una brutta bestia, che può essere di qualche giorno, qualche settimana o duratura. Nel breve periodo è dovuta a forti stati di stress e ansia, mentre se si protrae nel tempo vuol dire che la nostra salute è a rischio e spesso è accompagnata da malattie organiche croniche. Altre volte, invece, è causata da abuso di sostanze come alcol e farmaci, con presenza, anche, di disturbi psichici.

L’insonnia si può combattere: i rimedi sono molti e da prendere con le pinze

insonnia
Un cielo ombroso durante una notte d’insonnia (Fonte Facebook)

L’insonnia, ovviamente, può essere curata. Al di là di quella perenne che necessità una visita accurata dal medico di fiducia, nelle altre circostanze, e cioè forti stress e tensioni quotidiane, può essere combattuta eliminando alcune cose e aggiungendone altre. Ad esempio non abusare di alcoli durante i pasti o di cibi pesanti durante la cena. Anche al pranzo, comunque, sono sconsigliati. Dormire in una camera fresa, buia e silenziosa. Mantenere una certa regolarità nell’andare a dormire e nell’alzarsi la mattina.

Mentre si possono aggiungere degli aspetti molto interessanti che curano la nostra salute, ma soprattutto evitano di soffrire d’insonnia. Quello che ci vuole, possibilmente e quando si ha tempo, è un bel bagno caldo prima di mettere la testa sul cuscino e lasciarsi andare nelle braccia di morfeo. Ciò che poi non deve mai mancare, compiuta anche in piccole dosi giornaliere, è l’attività fisica. Un esercizio intenso scioglie i nostri muscoli e ci fa sentire, la sera, quella giusta stanchezza che serve per andare dormire in modo tranquillo e rilassato. Ripetiamo, invece, che se l’insonnia dura nel tempo, allora è cosa buona e giusta consultare un medico.