Negazionisti Covid, la sfuriata dell’infermiera diventa virale – VIDEO

In tempo di Covid oltre che dalla pandemia bisogna difendersi anche da tutti coloro che negano l’esistenza o gli effetti del virus. Contro i negazionisti lo sfogo di un’infermiera.

Jair Bolsonaro
Covid – Getty Images

Nelle ultime ore sta diventando virale sui social lo sfogo di un’infermiera di Pescara che, in un video, smonta tutte le “convinzioni” dei negazionsiti Covid. La donna in questione si è voluta togliere più di qualche sassolino attraverso un video pubblicato su Facebook e registrato dopo che, sulla sua auto nel parcheggio dell’ospedale, aveva trovato il volantino stampato da qualche negazionista.

La piaga legata ai no mask e ai negazionisti del Covid è la seconda “pandemia” da combattere dopo quella legata direttamente al Coronavirus. Purtroppo negli ultimi mesi si è allargata la frangia di individui che, senza prove scientifiche o mediche, hanno messo in dubbio i reali effetti del virus, urlando al complotto e cercando di minimizzare l’emergenza sanitaria. Individui che, sfortunatamente, ingigantiscono la loro eco mediatica attraverso i social. E proprio sui social l’infermiera Michela si è voluta sfogare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Cosa sono i “Cinevax” ideati da Ilaria Capua

L’infermiera Michela ai negazionisti: “Non venite in ospedale”

Pronto soccorso ospedale
Pronto soccorso, ospedale (Gettyimages)

In servizio all’ospedale di Pescara Michela ha trovato un volantino a firma negazionista. Spunto per il suo sfogo su Facebook, la donna ha voluto rigettare al mittente tutte le falsità scritte sul delirante foglio. Così, acceso il pc e aperto Facebook, ha registrato un video di sfogo contro tutti coloro che negano o minimizzano gli effetti del Covid.

Dici che la mortalità è dello 0,05% e riguarda solo gli over 70, ma sai di quante persone parliamo?” dice l’infermiera, che poi continua nella sua sfuriata anti negazionisti: “D’influenza si muore, nonostante esista il vaccino. In caso del Covid parliamo di una “influenza” per la quale il vaccino neppure esiste“.

La chiusura del video, infine, con un invito sentito a chi ha realizzato il volantino e, direttamente, anche a tutti coloro che negano l’esistenza del Covid. Il suggerimento è quello di evitare di recarsi in ospedale, “perché non meritate di essere curati“.