Prime pappe ritirate dai supermercati: rischio presenza allergeni

Ritirati dai supermercati alcuni prodotti per le prime pappe dei bambini per la presenza di allergeni non dichiarati. Ecco le informazioni più dettagliate della comunicazione del Ministero della Salute

prime pappe prodotti bambini
Foto di Ben Kerckx da Pixabay

Il Ministero della Salute ha annunciato il ritiro dai supermercati di alcune prime pappe per bambini. Il motivo di tale richiamo sembrerebbe la presenza di allergeni non dichiarati in etichetta. Vediamo insieme i dettagli dei prodotti ritirati dalla vendita e cosa fare nel caso in cui si sono acquistati.

Presenza allergeni non dichiarati: prime pappe ritirate dai supermercati

prime pappe prodotti bambini
Prodotti per bambini: prime pappe ritirate per presenza allergene soia (Fonte: Ministero della Salute)

Anche oggi sono stati ritirati dalla vendita alcuni prodotti alimentari per i bambini. La causa del ritiro sarebbe la presenza dell’allergene soia non dichiarato in etichetta. I prodotti oggetto del richiamo sono:

  • Crema di cereali 200g Prime Pappe commercializzata da Eurospin Italia S.p.A. Prodotto da Gittis Naturprodukte GmbH con sede dello stabilimento a Halleiner Landesstrasse, 3 – Puch Austria. I lotti di produzione richiamati sono CI; DJ; QK ed il termine minimo di conservazione è 1/03/2022 e 11/05/2022.
  • Crema di riso, mais e tapioca 200g Prime Pappe commercializzata da Eurospin Italia S.p.A. Prodotto da Gittis Naturprodukte GmbH con sede dello stabilimento a Halleiner Landesstrasse, 3 – Puch Austria. I lotti di produzione richiamati sono CI; BI ed il termine minimo di conservazione è 2/03/2022.

A causa della possibile presenza dell’allergene soia questi prodotti non sono adatti al consumo da parte di persone allergiche alla soia. Come già spiegato in un precedente articolo, questo allergene si manifesta soprattutto nei primi mesi di vita dei bambini e può presentarsi immediatamente subito dopo l’assunzione alimentare.

Possono verificarsi sintomi come prurito o diarrea etc oppure, nei casi più fatali, si può presentare un rigonfiamento della gola o addirittura lo shock anafilattico. Pertanto tutti coloro che hanno acquistato questo tipo di prodotti, sono tenuti a non consumarli ed a riconsegnarli ai punti vendita Eurospin dove si procederà al rimborso o alla sostituzione del prodotto.

Impostazioni privacy