L’amica riceve una foto poi il gesto tragico: il dramma dell’operatore del 118

Una terribile notizia sconvolge la mattina dell’Italia intera. Un operatore del 118 è stato trovato morto dai carabinieri: aveva mandato una foto all’amica prima del suicidio. Di seguito i dettagli della vicenda 

Forze dell'ordine (getty images)
Forze dell’ordine – Immagine di repertorio (getty images)

L’epoca che tutti noi stiamo vivendo è decisamente complicata, a causa delle restrizioni e delle vicissitudini causate dal Covid-19. La pressione sugli ospedali è forte ormai da mesi, tanto da portare allo stremo le forze degli operatori, impegnati in prima linea nella lotta alla pandemia. L’ultimo episodio avvenuto a Genzano, riguardante un sanitario del 118 è assolutamente drammatico e sta destando sconcerto a Roma, ma il suicido avrebbe alla base un movente passionale.

Un operatore del 118 di soli 37 anni è stato trovato senza vita dai carabinieri e dai Vigili del Fuoco di Velletri nel seminterrato sotto la sua villetta. Si è impiccato ad una trave con una grossa corda. La tragedia secondo le ultime ricostruzioni sarebbe avvenuta intorno alla mezzanotte. Di seguito tutti i dettagli sulla drammatica vicenda che sta sconvolgendo tutti nelle ultime ore.

LEGGI ANCHE >>> Anziana deceduta dopo il furto: la verità sulla morte

Operatore del 118 si toglie la vita: aveva mandato una foto all’amica

Operatori 118 (getty images)
Operatori 118 (getty images)

L’uomo viveva ai Castelli Romani, ma era originario di Acilia. Aveva cambiato casa per cercare di avvicinarsi al lavoro: era impiegato come operatore del 118 presso la postazione di Pomezia. Ora i suoi colleghi sono attoniti e increduli di fronte al gesto estremo di E.D.M., avvenuto nella tarda serata di ieri. Come riporta il ‘Messaggero’, l’uomo aveva inviato, prima di togliersi la vita, un messaggio a una sua amica. All’interno vi era la foto del luogo esatto dove aveva deciso di morire, proprio nel garage-seminterrato della sua villetta, impiccandosi ad una trave. L’uomo lascia una figlia piccola, l’ex moglie e i genitori. La salma è stata ora affidata ai genitori. Un episodio che sicuramente non può esserci indifferente e che desta sconcerto nel quartiere di Genzano.