Morte Solange, vengono fuori dei dubbi: disposta l’autopsia sul corpo

Continuano il mistero sulla morte del sensitivo Solange: i tanti dubbi portano a disporre l’autopsia per il corpo della vittima

Solange (Screenshot YouTube)
Solange (Screenshot YouTube)

Tre giorni fa la morte del sensitivo Solange, all’anagrafe Paolo Buccinelli, ha sconvolto l’Italia. Il noto sensitivo da tempo non si vedeva più spesso in televisione, ma è comunque rimasto sempre nei ricordi del pubblico italiano. Sulla sua morte però continuano ad esserci tantissimi dubbi, poiché nel tardo pomeriggio di giovedì viene trovato in casa senza vita, ma le cause della morte ancora non sarebbero note. In queste ore per questo motivo il pm Sabrina Carmassi ha disposto l’autopsia per il corpo del sensitivo. Inoltre a portare alla disposizione dell’autopsia è stato anche il fatto che lo scorso 2 gennaio Solange si sarebbe recato al pronto soccorso di Cisanello, anche se poi avrebbe firmato per essere dimesso e non ricoverato.

Morte Solange, crescono i dubbi sulla causa: nei prossimi giorni i risultati dell’autopsia

Solange (Screenshot YouTube)
Solange (Screenshot YouTube)

Un altro volto noto della televisione italiana ci ha lasciato in questi giorni, ovvero il sensitivo Solange. Nel tardo pomeriggio di giovedì Paolo Buccinelli, suo vero nome all’anagrafe, viene trovato morto in casa da solo. Questo sin dal principio ha portato forti dubbi sulle cause del decesso, ad oggi incerte. A stabilire quali siano sarà l’autopsia disposta dal pm Sabrina Carmassi, ed i risultati si sapranno tra qualche giorno. A lanciare l’allarme prima della morte del sensitivo erano stati i suoi amici che provavano a chiamarlo da giorni, senza però ricevere mai risposta. Così decidono di recarsi a casa sua, continuando a chiamarlo e sentendo però squillare il telefono all’interno dell’abitazione. Per questo motivo sono stati chiamati i Vigili del Fuoco, che una volta aperta l’abitazione hanno trovato il suo corpo senza vita sul divano. Vedremo se la causa di morte naturale stabilita dal medico legale verrà confermata dall’autopsia.