Covid-19, il bollettino del Ministero Della Salute del 12 Gennaio 2021

Il Ministero della Salute ha reso noti, tramite il consueto bollettino, i dati dell’epidemia da Covid-19 aggiornati al 12 Gennaio.

bollettino 12 gennaio
Covid-19 (Fonte GettyImages)

Il Ministero della Salute ha pubblicato i dati relativi al bollettino ufficiale aggiornato al 12 Gennaio 2021 in merito alla pandemia globale da Coronavirus. I casi di contagio dall’inizio dell’emergenza sono saliti a 2.303.263 con un incremento di 14.242 unità. Ancora in calo i soggetti attualmente positivi che risultano essere 570.040 (-5.939). Anche il numero dei guariti è sale a 1.653.404 con un incremento di 19.565 rispetto a ieri. Si aggrava il bilancio dei decessi in Italia con 616 decessi registrati nelle ultime 24 ore che hanno portato il totale a 79.819.

Una nuova ondata per mano del Covid è ormai alle porte

bollettino 12 gennaio
Una mascherina chirurgica contro il Covid-19 (Getty Images)

Siamo al “giro di lancette” completo. Manco poco più di un mese. Ovviamente parliamo dell’inizio della pandemia da coronavirus. Qualcuno, forse, non se ne sarà accorto ma è più di un anno che combattiamo contro il Covid-19 e contro questa “benedetta” pandemia che ci ha stravolto le vite, dall’oggi al domani, senza minimamente chiederci il permesso.

Se questo, da un lato, ci ha fatto capire quanto possiamo “valere” poco all’interno di un contesto molto più grande, che dovrebbe avere un’urgente Etica di Natura, dall’altra parte sembra proprio che non siamo capaci di imparare la lezione. Molti gridano al “vogliamo tornare alla normalità”. A patto che a molti la normalità di prima non piaceva, per provare ad agguantarla bisogna fare dei sacrifici.

E dopo un anno dall’inizio della pandemia non dovremmo più attenerci soltanto a un Dpcm, ma alle buone maniere. Il senso civico, il rispetto del bene comune, ma soprattutto il saper essere consci in quale situazione ci troviamo dovrebbe far di noi dei buoni cittadini. E invece no. Accade tutt’altro.

PER APPROFONDIRE CLICCA QUI>>> Nuova ondata Covid, pessime notizie: naturalmente è “colpa” del Natale

Polemica per l’incontro ravvicinato tra l’attore Can Yaman e molte sue fan a Roma

bollettino 12 gennaio
Can Yaman (Fonte Instagram)

È diventato famoso in Italia grazie alla serie tv Day Dreamer – Le ali del sogno: Can Yaman è ora uno degli attori più cercati, cliccati e rincorsi non solo in Turchia ma anche nel nostro Paese, dove la fiction che lo vede protagonista ha decisamente conquistato moltissimi spettatori. Yaman è un vero divo della televisione italiana, al punto che è stato chiamato per girare uno spot pubblicitario con Claudia Gerini diretto dal regista Ferzan Ozpetek. Proprio per questo motivo Can Yaman è recentemente arrivato a Roma e ha soggiornato in un hotel della Capitale. Il tutto si sarebbe dovuto svolgere in assoluta sicurezza e rispetto delle norme anti Covid, qualcosa però è andato storto.

Un gruppo di fan dell’attore, scoperto l’albergo nel quale l’interprete turco soggiornava, ha affollato il piazzale antistante la struttura con il desiderio di vedere dal vivo il loro divo. In pochi minuti la notizia ha fatto il giro dei social, portando sempre più persone ad accalcarsi di fronte all’hotel. Davanti a questo “richiamo” Can Yaman ha deciso di uscire dall’edificio e incontrare di persona le sue ammiratrici.