Lino Guanciale, cosa faceva prima del successo? Non ci crederete mai

Il noto attore abruzzese, Lino Guanciale, sta riscuotendo un successo senza pari. Ma prima di diventare famoso chi era, cosa faceva?

guanciale
Lino Guanciale (Fonte GettyImages)

Ha fatto innamorare migliaia di telespettatrici. Lino Guanciale è diventato un sex symbol della televisione italiana interpretando spesso e volentieri l’umo burbero e introverso. Lo ricordiamo in Che Dio ci Aiuti che lo ha reso noto al grande pubblico, successivamente ha lavorato con la Mastronardi in L’Allieva in cui interpreta Claudio Conforti professore di grande successo e fascino.

Inoltre, ha anche interpretato nuovamente il ruolo dell’avvocato, ma questa volta al fianco di Vanessa Incontrada in Non Dirlo al mio Capo. Tra pochi giorni debutterà su Rai Uno una nuova serie televisiva di cui è protagonista. La fiction si chiama Il Commissario Ricciardi ed è tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni. Ma chi era il carismatico e affascinante Lino Guanciale prima di diventare il sogno proibito di milioni di italiane?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Can Yaman sta con la Leotta, i fan non ci stanno: la sua reazione spiazza tutti

Lino Guanciale e il passato da sportivo, un rugbista mancato

guanciale
Lino Guanciale (GettyImages)

Ormai è noto a tutti il grande successo dell’attore abruzzese. Lino Guanciale è riuscito a farsi amare dalla maggior parte dei telespettatori che non vedono l’ora ogni volta di sapere quale ruolo interpreterà. Il suo passato, però, non è sempre stato dedicato alla recitazione, ma la sua passione e il suo amore per quest’arte sono arrivati più tardi. Inizialmente Lino Guanciale si dedicava allo sport, in particolar modo al Rugby. Infatti, ha partecipato alle nazionali giovanili under 16 e under 19.

Si è diplomato al liceo scientifico con il massimo dei voti e successivamente ha provato a fare il test di Medicina. Insomma un classico! Nonostante avesse passato l’esame, ha rinunciato e poi si è iscritto a Lettere e Filosofia. Il richiamo verso la sua reale passione era troppo forte, dunque ha fatto la rinuncia agli studi e si è all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Roma diplomandosi nel 2003.