Sirio, il bimbo che ha commosso il web in pericolo: “Intrappolati sul balcone”

Sirio, il bimbo di 7 anni star dei social affetto da tetraparesi, ha fatto sapere attraverso un post un fatto che lo ha spaventato molto

Sirio e i tetrabondi, 7 anni
Sirio e i tetrabondi, 7 anni (screen Instagram)

Il piccolo Sirio ha 7 anni. I medici hanno detto ai genitori, quando era in coma pochi giorni dopo la sua nascita, che non sarebbe mai stato in grado di poter fare dei movimenti volontari o prendere coscienze di sé. Oggi, il bambino è in grado di camminare da solo con dei tutori pur avendo una tetraparesi spastica.

La malattia lo ha costretto ad avere non una vita ordinaria, ma c’è una cosa speciale che non tutti hanno la capacità di comprendere: uno smisurato amore per la vita. Sirio è diventato una piccola star del web, dopo aver creato dei profili social dal nome “Sirio e i tetrabondi”.Lo scopo della madre è quello di raccontare la disabilità, ma farlo attraverso un bambino che cerca di essere come gli altri. Una vita, come racconta la madre, “priva di pietismi”.

Potrebbe interessarti anche ->Incendio al Serum Institute: migliaia di dosi di vaccino in pericolo

Sirio, nel balcone a causa di un incendio

Sirio e i tetrabondi
Sirio e i tetrabondi (screen Instagram)

Il piccolo Sirio ha fatto sapere tramite il suo profilo su Twitter, che sta bene ma che ha avuto molta paura. Si trovava a casa con i genitori e l’infermiera nel quartiere Trullo, a Roma. All’improvviso è scoppiato un incendio nell’appartamento sotto al loro. Sul tweet ha scritto: L’appartamento sotto al nostro ha preso fuoco, noi siamo rimasti intrappolati in un balcone, avvolti dal fumo fino all’arrivo dei pompieri. Tanta, tanta, tanta paura. Vivi per miracolo, e casa per metà è ancora agibile. Com’era la cosa del #maiunagioia??»”

Hanno atteso circa quaranta minuti prima che arrivassero i Vigili del fuoco per portarli giù. Per fortuna tutto si è risolto per il meglio anche se è incerta l’agibilità nell’abitazione. “Se c’è una cosa che ho capito, è che la mia non è una vita tranquilla“. Scrive Sirio su un altro post. Fa sapere a tutti che sta bene ma che la paura è stata tanta, per lui e per gli altri nella casa.

Secondo gli investigatori, a far scoppiare l’incendio è stata una sigaretta appoggiata sul letto nell’appartamento di sotto, dove vivono un uomo con problemi psichici, la sorella e la madre disabile.