Crisi di Governo, De Luca scatenato: “I ministri? Nemmeno i parcheggiatori”

La crisi di Governo in Italia sta scatenando diverse reazioni tra i cittadini e nel mondo della politica. L’ultima polemica da parte di Vincenzo De Luca non è passata di certo inosservata

De Luca pensieroso
Vincenzo De Luca (Getty Images)

Vincenzo De Luca è ormai un volto noto della politica italiana. Il governatore della Regione Campania si è fatto conoscere, in particolare, nell’ambito dell’emergenza Covid-19. Le sue dichiarazioni sono spesso sopra le righe e attirano le attenzioni di tutti i cittadini. I suoi video e le sue uscite sono spesso virali. Di certo, De Luca non ha peli sulla lingua nell’esprimere con nettezza la sua visione delle principali vicende politiche e anche questa volta non è stato da meno.

La crisi di Governo che sta vivendo l’Italia sta monopolizzando l’attenzione dell’intero Paese. Una spaccatura profonda nella maggioranza che ha portato alle dimissioni di Giuseppe Conte e alle conseguenti consultazioni. E’ notizia di questa sera l’affidamento del mandato da Sergio Mattarella a Roberto Fico per sondare se vi siano le condizioni per la composizione di un nuovo Governo stabile, a partire dalle forze di maggioranza appena sciolte.

LEGGI ANCHE >>> Crisi di Governo, Mattarella affida il mandato a Fico: cosa succede ora

De Luca reagisce così alla crisi di Governo: “E’ vergognoso”

De Luca parla in conferenza
Vincenzo De Luca (Getty Images)

Le ultime vicende politiche in Italia hanno scatenato una forte reazione in Vincenzo De Luca. Il governatore della Campania, come riporta ‘Adnkronos’, ha dichiarato con fermezza: “Non voglio esprimere per delicatezza quel che penso di alcuni ministri del Governo che si è dimesso. Ci sono stati ministri che in qualunque paese civile del mondo avrebbero fatto fatica ad essere impegnati anche come parcheggiatori abusivi“.

Il giudizio sugli ultimi avvenimenti non ammette replica: “L’immagine che sta arrivando dalle istituzioni ai cittadini italiani è un’immagine vergognosa di mercato della politica. non solo si parla di alleanze, ma si va a contrattare i singoli parlamentari. Questa è un’immagine indegna della politica e delle istituzioni, altro che la battaglia contro la casta. E’ uno spettacolo vergognoso!“.