Nella Lazio gioca Mussolini: chi è il giovane calciatore nipote del Duce

La notizia l’aveva data il Messaggero e in poche ore è diventata virale sul web e sui social. Nella primavera della Lazio gioca un Mussolini, è il pronipote del Duce.

mussolini lazio
Romano Mussolini con la maglia della Lazio – da Twitter

Un Mussolini alla Lazio; il pronipote del Duce è stato aggregato nelle giovanili della squadra biancoceleste. Si chiama Romano Fiorani Mussolini, ha 18 anni ed è il figlio di Alessandra, la nipote di Benito. La notizia, lanciata ieri dal Messaggero e ripresa da molte testate, è diventata virale anche sui social network. Un ragazzo appena maggiorenne, che insegue il suo sogno di diventare calciatore e di calcare i campi più importanti di Serie A. Niente di particolare, non fosse per il “pesante” cognome che si porta dietro.

Un fattore, questo, che però non sembra pesare né a lui tantomeno al suo allenatore. Dal responsabile delle giovanili della Lazio Mauro Bianchessi Romano Mussolini viene descritto come un ragazzo umile, gran lavoratore, che non si è mai lamentato. Un ragazzo appena diciottenne non ancora pronto per il grande salto, dicono, ma che sta lavorando per ottenere il massimo da sé stesso.

La sua storia calcistica inoltre è già “particolare“: cresciuto nelle giovanili della Roma, da qualche anno è passato dall’altra sponda del Tevere per aggregarsi ai pari età biancocelesti. Ora è tra le riserve della Primavera della Lazio.

Mussolini alla Lazio, ma è cresciuto nella Roma

Una storia calcistica giovane ma già peculiare, che ha visto il giovane Mussolini già giocare con entrambi i maggiori club della capitale. “Per me il cognome non influisce, in campo va chi merita” dice di lui Bianchessi, che tesse le lodi del figlio di Alessandra Mussolini ammettendo anche come i suoi risultati a scuola siano eccellenti.

Romano Fiorani Mussolini ha il doppio cognome, il primo preso dal padre mentre il secondo è chiaramente proveniente dalla madre.

Di ruolo fa il terzino e nelle ultime due settimane dalle giovanili biancocelesti (nelle quali gioca da 5 anni) ha fatto il salto, finendo per essere convocato in Primavera. In attesa dell’esodio ufficiale…