Covid-19, il bollettino del Ministero Della Salute del 4 Febbraio 2021

Il Ministero della Salute ha reso noti, tramite il consueto bollettino, i dati dell’epidemia da Covid-19 aggiornati al 4 Febbraio.

bollettino 4 febbraio
Bollettino (Fonte Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha pubblicato i dati del bollettino ufficiale aggiornato al 4 Febbraio 2021 in merito alla pandemia globale da Coronavirus. I casi di contagio sono saliti a 2.597.446, ossia 13.659 unità in più rispetto alla giornata di ieri. In calo i soggetti attualmente positivi che risultano essere 430.277 (-4.445), salgono, invece, i pazienti ricoverati in terapia intensiva2.151 in totale e in più rispetto a ieri. I guariti dall’inizio dell’emergenza salgono a 2.076.928 con un incremento di 17.680 unità. Purtroppo, si aggrava ancora il bilancio dei decessi con 422 vittime registrati nelle ultime 24 che hanno portato il totale a 90.241.

on l’arrivo di AstraZeneca cambia anche il piano vaccinale anti Covid in Italia

bollettino 4 febbraio
Vaccino covid gaffe della giornalista (Fonte Pixabay)

Continua la campagna vaccinale in Italia e nel mondo per cercare di sconfiggere il Covid. Nel nostro paese in questi giorni ci si concentra soprattutto sul nuovo Governo che sta nascendo, con Mario Draghi come nuovo leader. Ma questa non è l’unica novità. Infatti arriva anche il nuovo vaccino di AstraZeneca, che dovrebbe essere consegnato entro la prossima settimana.

Con l’arrivo del nuovo vaccino cambierà anche il piano per la campagna vaccinale, con importanti novità per quanto riguarda i primi destinatari della somministrazione. Infatti andranno di pari passo la fase 1 e la fase 3, con il personale socio-sanitario e gli anziani over 80 che dunque non saranno gli unici ad avere la precedenza per la somministrazione dei nuovi vaccini in arrivo.

PER APPROFONDIRE CLICCA QUI>>> Covid, nuovo piano vaccinale: chi sono i primi a riceverlo

Lilli Gruber e Matteo Salvini protagonisti di un acceso dibattito verbale a Otto e Mezzo

bollettino 4 febbraio
Lilli Gruber (Fonte GettyImages)

Scontro” televisivo a Otto e Mezzo sui due temi caldi dell’attualità italiana: il Covid e la crisi di Governo. Mentre la morsa del Coronavirus continua a tenere sotto scacco tutto il Paese, a Roma iniziano le consultazioni di Mario Draghi per capire quale potrebbero essere le coalizioni politiche sulle quali poter basare il suo Governo tecnico. Grande incertezza per quanto riguarda la questione, con il solo PD e Italia Viva che sembrano (almeno per ora) essere disposti ad appoggiare Draghi come Premier. La destra infatti continua ad appellarsi al voto: Salvini e Meloni vogliono tornare alle urne al più presto e ieri il leader della Lega ha confermato la sua idea.

Anzi, l’ex Ministro dell’Interno è andato oltre, affermando come se si fosse votato un anno e mezzo fa (cioè chiuso il primo Governo Conte) ora il Paese non sarebbe nella situazione di emergenza attuale. “Ora saremmo tranquilli in un altro contesto…” dice sicuro Salvini, scatenando la risposta al veleno di Lilli Gruber. Che non le ha mandate a dire al leader leghista.