Covid, la variante inglese spaventa: nuovo focolaio, ecco dove

La variante inglese del Covid tiene sotto scacco il paese. Focolaio preoccupante sta spaventando i cittadini, le autorità valutano la misura drastica.

bollettino covid 30 gennaio
Personale sanitario impegnato contro il Covid (Getty Images)

Se c’era un argomento in grado di “distogliere” gran parte dell’attenzione pubblica dall’emergenza Covid questo era sicuramente quello legato alla crisi politica. Incertezza nel Paese e tra le istituzioni, con Draghi chiamato a famare un nuovo Governo con la consapevolezza di non godere del consenso di tutte le forze politiche. In tutto ciò , mentre ai “piani alti” si continua a discutere sulla nuova maggioranza, l’emergenza Covid continua a tenere sotto scacco la nazione. Ieri nuovo aumento di positivi e di decessi, con la variante inglese in particolare che ora preoccupa più che mai.

In particolar modo in un piccolo paese in provincia di Brescia, Corzano, è scoppiato un vero e proprio focolaio della mutazione britannica del Covid. In un centro di appena 1400 abitanti il 10% della popolazione risulta positivo. E le autorità stanno pensando alla soluzione estrema: come Codogno quasi un anno fa, paese chiuso sia in entrata che in uscita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Covid, il divieto del sindaco “Non ammalatevi”

Covid, focolaio variante inglese: 10% popolazione contagiata

Ha parlato della situazione attuale del suo paese il sindaco di Corzano, anche lui risultato positivo al tampone. Il primo cittadino ha spiegato come la maggior parte dei casi provenisse dalla scuola materna ed elementare, con i bambini che a loro volta hanno contagiato i genitori. Secondo l’Ats di Brescia la popolazione di Corzano sarebbe stata colpita dalla variante inglese del Covid. Tra i provvedimenti presi dal sindaco la chiusura delle scuole fino all’8 febbraio: “Ma l’ordinanza sarà prorogata – le parole del sindaco riportate da Leggo – perché da oggi iniziano i tamponi di richiamo e quindi dovremo aspettare gli esiti”.

Le autorità starebbero valutando di chiudere il paese in entrata e in uscita ma tutto è in attesa di conferma. Secondo quanto rivela il primo cittadino del paese la curva negli ultimi giorni sarebbe in decrescita e tutte le famiglie colpite dal virus messe in isolamento.