Andrea Offredi, chi è il “postino” di Maria e le sue rivelazioni su “C’è Posta”

Andrea Offredi figura come postino di “C’è Posta per Te”. L’ex tronista ha deciso di raccontare diversi aneddoti sulla sua carriera ma anche su alcune dinamiche del noto programma

Lo studio di C'è Posta per Te
Lo studio di C’è Posta per Te (Screenshot)

Maria De Filippi continua a calamitare le attenzioni del pubblico con il suo “C’è Posta per Te”. Il programma televisivo del sabato sera di Canale 5 anche ieri sera è riuscito a coinvolgere ed emozionare tutti i telespettatori, pronti a commuoversi o dividersi di fronte alle storie messe in scena da Maria. Lo show va, quindi, a gonfie vele e negli ultimi anni ha anche allargato il cast, vedendo l’ingresso di diversi interpreti decisamente importanti.

Tra questi anche Andrea Offredi. Si tratta di un ex tronista di “Uomini e Donne” che svolge il ruolo di postino di “C’è Posta per Te”. Nel noto programma del primo pomeriggio Mediaset, a cui ha partecipato nel 2013, aveva scelto Claudia D’Agostino; ora ha una nuova fiamma ma non ne rivela l’identità. Negli ultimi anni ha tentato inizialmente l’ingresso nel mondo dei reality, ma per lui ancora questa porta non si è aperta. Ora la bicicletta, la divisa e le buste da consegnare per Maria De Filippi: ecco la sua ultima rivelazione.

LEGGI ANCHE >>> C’è Posta per Te, un retroscena di qualche anno fa: “Intervenne la Polizia”

Andrea Offredi si racconta: dall’Isola dei Famosi a C’è Posta per Te

Andrea Offredi, postino di "C'è Posta per Te" a Roma
Andrea Offredi, postino di “C’è Posta per Te” (Screenshot Instagram)

Offredi ha rivelato diversi aneddoti a ‘Tv, Sorrisi e Canzoni’. L’ex tronista parla per prima cosa della possibilità di entrare a far parte dell’Isola dei Famosi e del rifiuto finale: “Ho fatto il provino per l’Isola dei Famosi tre anni fa. Sono finito al ballottaggio con Francesco Monte, ma hanno scelto lui. È proprio vero il detto che quando si chiude una porta si apre una portone: dopo quel rifiuto, sono stato chiamato da Maria De Filippi che mi ha proposto C’è posta per te”.

Rivela poi un curioso retroscena sul suo attuale lavoro, spiegando come i postini debbano essere reperibili dai 6 agli 8 mesi all’anno e siano costretti a partire in qualsiasi momento per contattare i mittenti. Una curiosità interessante che fa capire l’impegno profuso dai postini nel loro ruolo.