Covid, i disturbi che preoccupano i medici: “E’ un serio pericolo”

Il Covid-19 ha totalmente sconvolto le abitudini di tutti noi e anche i nostri stili di vita, provocando dei veri e propri disturbi. La pandemia ha, infatti, conseguenze serie anche su alcuni bisogni essenziali e sui ritmi biologici dei cittadini: le ultime novità a riguardo

Covid, ragazza seduta sul letto con la mascherina
Covid, donna in casa – Immagine di repertorio (Getty Images)

Il Covid-19 ormai da più di un anno non lascia tregua all’Italia e a tutto il mondo. La pandemia continua a creare serie difficoltà in tutta la popolazione che si trova a fare i conti non solo con la continua salita dei contagi, ma anche sulle conseguenze fisiche, psicologiche e sociali della forzata chiusura in casa. Molti si interrogano, infatti, sulle conseguenze che ha, nel breve e nel lungo termine, la forte limitazione dei contatti sociali e anche l’esposizione forzata agli oggetti tecnologici. 

Una risposta, in tal senso, ci viene data dall’Istituto Maugeri di Pavia. In particolare, Francesco Fanfulla, direttore del centro di medicina del sonno, ha sottolineato la correlazione tra i disturbi del sonno e le abitudini adottate durante la pandemia. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di ‘Adnkronos’: “Didattica a distanza e smartworking danno la possibilità di sincronizzare al meglio le esigenze del sonno. E’ possibile svegliarsi tardi e dormire il pomeriggio. Dall’altra parte, però, la Dad e il telelavoro sono un serio pericolo per la qualità del sonno“.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid Moderna, i medici avvisano: “Nuovo effetto collaterale” – FOTO

Covid, occhio ai disturbi del sonno: le possibili cause e le conseguenze

Paziente Covid in Italia
Paziente Covid mano nella mano con un medico (Getty Images)

Fanfulla evidenza le possibili cause del problema: “L’obbligo di rimanere a casa ha cambiato completamente il ritmo del sonno. Rinunciare all’attività fisica e la lunga esposizione alla luce della tv e del pc condizionano molto il riposo notturno”. E’ un problema che non va assolutamente preso sotto gamba: “Tutto ciò rappresenta un serio pericolo per la qualità del nostro riposo. A questo, vanno aggiunti l’ansia, la depressione, le paure legate al virus e gli aspetti lavorativi. Sono tutti elementi che vanno ad influire sulla perdita del sonno e sulla presenza di incubi”.