Lockdown a Pasqua? L’ipotesi del Governo con coprifuoco anticipato

I contagi sono in aumento e Pasqua è alle porte. Queste le ipotesi del Governo su un coprifuoco anticipato che sembra essere sempre più plausibile

professionisti del settore sanitario
professionisti del settore sanitario (getty images)

Sebbene sia trascorso un anno esatto dall’inizio della pandemia, il Covid-19 continua tuttora ad inficiare la vita delle persone. Con l’entrata in scena delle varianti lo scenario, già di per sé drammatico, si è ulteriormente aggravato.

Dopo un Natale “soft”, con non più di due ospiti a casa, adesso è ora della Pasqua. I contagi sono in costante aumento, la paura di contrarre il virus è ancora alta. Si teme che l’indice Rt arrivi a superare la soglia critica dell’1.

A questo punto il rischio di ulteriori restrizioni è alto. In attesa che la campagna vaccinale venga intensificata, gli italiani dovranno, di nuovo, sottostare a rigide regole che limitano la libertà di movimento e circolazione. Nonostante siano passati mesi dall’ultima cena fuori o dall’ultimo film visto al cinema da spettatori, sembra ancora lontana la data in cui si potrà tornare a respirare aria di libertà.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Covid, la variante sudafricana fa le prime vittime: la situazione

Le ipotesi sulle nuove restrizioni

professionisti del settore sanitario camminano
professionisti del settore sanitario (getty images)

Proprio come è accaduto al Natale, anche la Pasqua rischia di rimanere imbrigliata nelle maglie delle disposizioni dei dpcm.

I festeggiamenti pasquali, infatti, potrebbero dover essere anch’essi “light”, con una formula che ricalca quella sperimentata durante feste natalizie. Bar, ristoranti e negozi, quindi, potrebbero rimanere chiusi. Si prospetterebbe, dunque, un vero e proprio lockdown pasquale.

Una ulteriore disposizione potrebbe prevedere un coprifuoco anticipato dalle 22 alle 20. A rischio slittamento anche l’apertura di cinema e teatri il 27 marzo.

L’unica speranza rimasta è quella che la campagna vaccinale si velocizzi sempre di più, in modo tale da raggiungere quella tanto agognata immunità di gregge che permetterebbe il ritorno ad una vita finalmente “normale”.