L’incubo dopo Titanic, la confessione della star: “Non ero pronta”

A distanza di oltre 20 anni dall’uscite nelle sale dell’iconico film di James Cameron, Kate Winslet parla dell’esperienza dopo Titanic: “Mi sono sentita bullizzata“, ha confessato in un podcast.

kate Winslet sfilata
L’attrice Kate Winslet – Getty Images

Prima il grande successo, la consacrazione internazionale e i tanti riconoscimenti per uno dei film più iconici della storia del cinema. Poi, quasi improvvisamente, un incubo, e una situazione per la quale ha confessato di non “essere pronta“. È quanto raccontato recentemente da Kate Winslet, l’attrice protagonista di Titanic al fianco di Leonardo Di Caprio e che grazie alla pellicola firmata James Cameron conobbe un improvviso successo internazionale, ad appena 22 anni.

Era ancora, di fatto, poco più di una ragazzina l’attrice britannica quando ricoprì il ruolo della ricca Rose DeWitt Bukater e, probabilmente, nemmeno si aspettava tutto il successo che la investì dopo l’uscita del film. E, con il successo, arrivarono anche le critiche, alcune pesanti, anche da parte della stampa britannica. La Winslet ha confessato di non essere pronta a vivere quella situazione, a causa soprattutto della giovanissima età.

Mi sono sentita vittima di bullismo” la grave accusa dell’artista, ma cosa ha detto nello specifico?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Meghan Markle accusata di bullismo: cosa è successo 

Bullismo dopo Titanic: la confessione di Kate Winslet

La Winslet, prima di Titanic, recitò in Ragione e Sentimento e la sua interpretazione le valse anche un Premio Oscar. Il vero successo arrivò però con il film di James Cameron, che la vide assoluta protagonista assieme a Di Caprio. I mesi successi all’uscita della pellicola però non furono facili “Ho dovuto sottostare a molti controlli personali sul fisico, sono stata molto criticata e la stampa britannica è stata piuttosto scortese con me’ ha confessato in un podcast, ammettendo come si sia sentita vittima di bullismo.

“Se questo significava essere famosi, non ero pronto per essere famosa, decisamente no” ha sentenziato l’attrice britannica, esperimento tutto il suo malessere che fecero seguite all’uscita nelle sale di Titanic.