Sandra Milo si commuove in diretta a ‘Storie Italiane’: “Serve il lavoro”

Nella puntata odierna di Storie Italiane è ospite Sandra Milo, che non riesce a trattenere le lacrime quando si parla di lavoro

Sandra Milo in posa
L’attrice Sandra Milo (Screenshot Instagram)

Questa mattina ospite al programma condotto ogni giorno da Eleonora Daniele, ‘Storie Italiane’, ospite d’eccezione è la grande Sandra Milo. L’attrice proprio ieri ha compiuto 88 anni, ma c’è da dire che se li porta più che bene. All’interno del programma e dunque dello studio, non potevano mancare gli auguri con alcune immagini del passato, ma a far emozionare l’attrice non sono quelli.

Potrebbe interessarti anche >>> Eleonora Daniele si commuove a ‘Storie Italiane’: “Faccio fatica a parlare”

Infatti si parla anche di attualità e del Covid, così la Milo non riesce a trattenere l’emozione quando parla di lavoro, dichiarando: “Il lavoro ci vuole anche per i nostri”. Un appello alle riaperture per il mondo dello spettacolo, che affronta un periodo difficile e di crisi. Arriva poi un importante appello sui vaccini.

Sandra Milo a Storie Italiane, l’appello agli italiani: “Vaccinatevi”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Storie Italiane (@storieitalianerai)

Come ogni giorno il programma condotto da Eleonora Daniele, Storie Italiane, regala moltissime emozioni, oltre ai fatti di attualità e cronaca. Ospite del giorno in studio è Sandra Milo, che ieri ha spento ben 88 candeline. L’attrice ci tiene a fare un appello agli italiani sulla vaccinazione anti Covid e dichiara: “Io ho fatto il vaccino e la seconda dose la farò il 18 marzo. Voglio dire una cosa. A me vanno bene le chiusure e le aperture, però la situazione vera per questa situazione sono proprio i vaccini. Dobbiamo vaccinarci tutti. Ricordiamoci la Cina, l’Inghilterra e la Russia che stanno meglio di noi perché hanno fatto il vaccino. Ora ci sono anche in Italia e dobbiamo farli, senza capricci. Chi non lo vuole fare fa solo un capriccio”. Un messaggio importante da una donna altrettanto importante per lo spettacolo italiano.