Roma, che paura per il calciatore. Fonseca da brividi: “Non ricordava nulla”

La Roma supera l’ottavo di Europa League, ma a fine primo tempo tanta paura per un calciatore: le parole di Fonseca sono impressionanti.

Colpo Testa Ibanez Kumbulla
Il colpo in testa ai danni di Ibanez (Facebook)

La Roma conquista un altro importante stagionale, l’accesso ai quarti dell’Europa League. Una competizione che in molti sperano di portare a casa. Ora le avversarie più temute sono l’Arsenal, l’Ajax e il Manchester United. Quest’ultima ha eliminato proprio il Milan di mister Pioli con un secco 0 a 1, dopo l’ 1 a 1 dell’andata.

Ma prima che la squadra capitolina riuscisse a portare a casa il risultato e la qualificazione, qualcuno ha “scaldato” gli animi in una notte che doveva essere più che serena visto il 3 a 0 dell’andata. Non si tratta né di gol, né di cartellini, né di scorrettezze in campo. Ma di un duro e brutto colpo alla testa.

Quello ricevuto dal difensore giallorosso Roger Ibanez. Sul finire di primo tempo stacca di testa per allontanare un pericolo e sbatte la testa contro la nuca del compagno di squadra Kumbulla. Il tutto succede a pochi istanti dalla fine del primo tempo. Al rientro in campo Ibanez non c’è più.

Fonseca svela la paura dietro la botta subita dal calciatore: esami strumentali per lui

Colpo Testa Ibanez
Roger Ibanez durante una partita di Europa League (Getty Images)

Al rientro in campo, con il risultato ancora fermo sullo 0 a 0, Ibanez non si vede più. Sostituito da Mancini, che prende il suo posto per tutto il secondo tempo. La Roma vince anche in Ucraina contro lo Shakhtar con il risultato di 1 a 2, e conquista una qualificazione con due belle vittorie.

A fine gara però, si presenta ai microfoni l’allenatore della Roma, Paulo Fonseca. Quest’ultimo, oltre a commentare la qualificazione ottenuta, spiega cos’è successo tra un tempo e l’altro del match: “Ho sostituito Ibanez perché al rientro negli spogliatoi non si ricordava praticamente nulla del primo tempo giocato. Così abbiamo preferito tenerlo a riposo”.

Parole forti, che hanno destato molta preoccupazione. Fonti giallorosse, però, fanno sapere che il giocatore si è ripreso in pieno e che l’amnesia è durata giusto il tempo di qualche minuto, causa il duro colpo subito. Nelle prossime ore il difensore giallorosso si sottoporrà ad alcuni esami strumentali, ma dovrebbe già essere a disposizione per la sfida Champions di campionato da giocare domenica sera, all’Olimpico di Roma, contro il Napoli di Gattuso.