Laura Pausini, retroscena sui Latin Grammy: stoccata alla casa discografica

Una durissima Laura Pausini nei confronti della sua casa discografica. Il retroscena sui Latin Grammy del 2018: “Non credevano in me”

Laura Pausini grammy
La cantante Laura Pausini (Foto dal web)

Laura Pausini è sulla cresta dell’onda. La strepitosa artista milanese ha infatti negli ultimi tempi vista la sua carriera andare in orbita, con la vittoria ai Golden Globe e la candidatura agli Oscar 2021. Ennesima dimostrazione di un’artista veramente immortale come la Pausini, che sa sempre mettersi in gioco e non cadere mai nella banalità e nella ripetizione di contenuti artistici come la maggior parte dei suoi colleghi. Un orgoglio per l’Italia, avere una candidata agli Oscar, ma una delusione recente per la cantante.

Si, perché nonostante tutto questo successo, Laura ha vissuto un paio di anni fa un momento molto difficile e triste a causa della sua casa discografica Italia, la Warner. In occasione dei Grammy del 2018 infatti, la donna aveva ricevuto la nomination, ma la casa italiana si oppose al suo viaggio.

Laura Pausini contro la Warner: “Rimandai i fiori indietro”

 Laura Pausini a The Voice
La cantante Laura Pausini (Fonte Instagram)

Pare infatti che la Warner abbia in maniera scorretta declinato di pagare il viaggio la donna a Las Vegas, per la cerimonia di premiazione, comunicandole di non credere in lei per motivi anagrafici e “visto l’andamento della musica contemporanea”. “Non pensiamo che possa ambire alla vittoria, pertanto non le pagheremo il viaggio a Vegas”. Triste e delusa, Laura non si dette per vinta nel 2018, partendo con la famiglia e vincendo il Latin Grammy.

“Da allora non parlo più con loro”, ha rivelato a La Vanguardia, giornale spagnolo dove si è recentemente raccontata in un’intervista. Come se non bastasse la casa italiana, per congratularsi con la cantante del successo ai Golden Globe, avrebbe mandato un mazzo di fiori alla Pausini, che li ha rimandati al mittente, non accettandoli.