Latte avanzato o scaduto? Il trucco per riutilizzarlo: non lo immaginereste

Vi è avanzato un po’ di latte o vi siete accorti che è scaduto? Non buttatelo! Ecco un trucco inimmaginabile per riutilizzare il latte ed evitare di sprecarlo. Scopriamo di cosa si tratta

latte
Foto di Myriam Zilles da Pixabay

In tempi di crisi è bene evitare qualsiasi tipo di spreco e non buttare nulla nella pattumiera. Alla luce di questo, se avete del latte avanzato o scaduto, sappiate che ci sono dei trucchetti infallibili ed inimmaginabili per poterlo riutilizzarlo. Vediamo insieme quali sono e cosa bisogna fare: non crederete ai vostri occhi!

Come riutilizzare il latte scaduto: i rimedi infallibili

latte in bottiglia
Foto di Imo Flow da Pixabay

Prima di buttare il latte scaduto o avanzato, potete provare questi rimedi semplici ed utilissimi. Grazie alle sue proprietà idratanti, il latte può essere riutilizzato per la preparazione di maschere per il viso. Versate il latte all’interno di un frullatore ed unite un po’ di frutta fresca(ad esempio albicocca o kiwi), frullate il tutto dopodiché distribuite sul viso la maschera creata e lasciate agire per una decina di minuti. Trascorso il tempo, risciacquate con acqua tiepida ed avrete subito una pelle liscia ed idratata.

Se avete delle posate in argento che con il tempo si sono macchiate, immergetele nel latte precedentemente mescolato con un po’ di aceto. Questo mix vi permetterà di avere di nuovo un set di posate lucidissimo. Il latte scaduto è anche molto efficace contro le irritazioni della pelle. Mescolate una quantità di latte con una di farina fino a creare una pastella.

In caso di scottature solari o punture di insetti, distribuite questo composto sulla parte interessata e sentirete subito un gran sollievo. Infine, tra i tanti riutilizzi, c’è lo struccante. Versate un po’ di latte su un pezzo di cotone e passatelo sul viso. Non solo vi aiuterà in caso di pelle secca ma rimuoverà il trucco in pochissimi minuti. Non vi resta che provare uno di questi rimedi per evitare sprechi.