Chiara Ferragni, polemica contro la Lombardia: “Vaccinata dopo la denuncia”

Chiara Ferragni ha scritto un post su Instagram che ha scatenato un putiferio in Lombardia. La Regione ancora una volta accusata di non saper gestire la pandemia.

Chiara Ferragni polemica vaccini
L’influencer e imprenditrice Chiara Ferragni (fonte: Instagram)

Non è la prima volta che Chiara Ferragni utilizza il proprio canale Instagram, che a oggi conta più di 23 milioni di seguaci, per lanciare messaggi che vanno ben oltre la moda o l’essere influencer. Questa volta a essere finita nel mirino dell’imprenditrice digitale è niente meno che Regione Lombardia. Il motivo è la gestione della pandemia e della campagna vaccinale.

È noto ai più come a Palazzo Lombardia sia stata gestita l’emergenza coronavirus e ora, con i vaccini, non si sta facendo tanto meglio. Uniti ai ritardi delle consegne delle dosi da parte delle aziende farmaceutiche, tantissimi intoppi. Il mancato invio dei messaggi di convocazione da parte della piattaforma Aria o gli ultra 80enni lasciati indietro sono solo alcuni. Ed è proprio in merito a quest’ultimo aspetto che la Ferragni, ieri, ha fatto una denuncia attraverso le sue Instagram stories: “La nonna di Fedez, 90enne, non ha ancora ricevuto il vaccino…assurdo come sia stata gestita male la situazione”, sono state le parole dell’influencer, subito accolte dalla Lombardia che, per evitare altri scandali, ha provveduto a convocare nella giornata di oggi nonna Luciana. Polemica rientrata? Assolutamente no. Oggi la Ferragni ha rincarato la dose.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Chiara Ferragni, il grande regalo dell’influencer commuove: ha donato tutto

Il rincaro di Chiara Ferragni contro Regione Lombardia

Sembra proprio che la denuncia della Ferragni, vista la sua sovraesposizione mediatica, abbia fatto tremare più di qualcuno in Regione Lombardia, vista l’immediata convocazione di nonna Luciana. Questo, però, ha innervosito ancora di più l’influencer mamma bis da pochi giorni della piccola Vittoria. “Luciana, che aveva già diritto da mesi al vaccino, è riuscita ad averlo solo perché qualcuno ha paura che io possa smuovere l’opinione pubblica, ma le altre nonne come faranno?”. La denuncia di Chiara sta facendo il giro del web, a testimonianza della disastrosa gestione della pandemia da parte della giunta di Attilio Fontana.

E proprio contro i politici si è scagliata l’imprenditrice digitale accusandoli di pensare solto alle poltrone. “Vedere la Lombardia che fa un casino dietro l’altro è scoraggiante. A noi non interessa da quale partito arrivate e qual è la vostra storia, fa arrabbiare vedere i responsabili ancora sulle loro poltrone senza vergogna”. Poi il pensiero alle vittime ancora numerose, a chi ha perso il lavoro e a chi ha dovuto chiudere la propria attività.

Infine, l’appello al presidente del Consiglio Mario Draghi e a tutti i politici, ministri e parlamentari: “Basta chiacchiere!“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni)