sabato, Gennaio 19, 2019
Home Blog

Mia Martini, una morte che non convince la Bertè: “Lividi sul suo corpo, papà la fece cremare”

io sono mia

Leda Bertè, sorella maggiore di Mia Martini, Loredana e Olivia Bertè, ripone ancora dei dubbi sulla morte della sua amata sorella. La donna, a margine del rilascio di “Io sono Mia“, la fiction Rai che racconta la vita di Mimì, ha confessato di nutrire dei dubbi sulle circostanze legate alla morte di sua sorella, avvenuta il 12 maggio 1995.

“Io e Loredana abbiamo visto che sul cadavere di nostra sorella c’erano dei lividi sparsi fra braccia e gambe. E’ probabile che prima di morire avesse avuto una discussione violenta con qualcuno. Nostro padre per esempio è sempre stato violento con noi. E poi perché l’ha fatta cremare senza dire nulla a nessuno? Di questo non ci è ancora stata data una spiegazione. La morte di Mia è avvenuta nel mistero, ci sono troppi interrogativi rimasti aperti che credo sia giusto riaprire, anche a distanza di anni”.

Sul film, Leda non si è rivelata molto entusiasta. Mentre Loredana si è complimentata con Serena Rossi per l’interpretazione che è riuscita a dare di Mia, Leda ha dimostrato di avere una visione piuttosto diversa. “Sono convinta che questo film non rispecchi la vita della mia famiglia e di Mimì. Loredana e Olivia, che sono le più piccole, non possono sapere tante cose della nostra famiglia. E poi Serena Rossi, che ha interpretato Mia, non ha niente a che vedere con mia sorella. Almeno nel film potevano usare le canzoni originali anziché farle ricantare dall’attrice”.

L’idea di fare un film su Mia Martini, tra l’altro, pare sia stata proprio la sua. “Proposi la cosa a Luca Barbareschi, che ora ha prodotto il film, e gli consegnai un progetto proprio per fare qualcosa su Mimì. Avevo già scritto la storia e depositato alla Siae il fascicolo. Nonostante questo, però, non sono stata interpellata per la sceneggiatura, mentre Loredana e Olivia sì”.

Violenta la figlia tutti i giorni e la fa abortire: 19enne muore dalla disperazione

azka riaz
Photo Credits: Cronache Maceratesi

Sono diversi i capi di accusa a cui dovrà cercare di dare una risposta: Muhammad Riaz è finito sotto processo con l’accusa di aver commesso omicidio preterintenzionale, violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. L’uomo, il prossimo 12 febbraio, dovrà affrontare la prima udienza del processo a suo carico per aver maltrattato e ucciso la figlia in quel di Macerata, sua città di residenza.

Il pakistano, che più precisamente viveva a Montelupone, è stato accusato dagli inquirenti di aver stuprato la figlia Azka quasi ogni giorno e di averla costretta ad abortire per ben tre volte. La 19enne è poi morta travolta da un’auto lungo il tratto della provinciale che passa per Trodica di Morrovalle, e il padre potrebbe essere colpevolizzato anche di questa morte: per quanto non sia stato lui ad uccidere direttamente la figlia, in qualche modo la giovane è comunque morta a causa sua.

Il motivo? Perché la povera Azka, proprio nel tentativo di fuggire da quel padre-orco, aveva deciso di gettarsi fuori dalla vettura del padre quando l’auto era ancora in marcia e, nello schiantarsi sull’asfalto, è stata travolta da una vettura che passava in quel preciso istante. Subito dopo quella tragedia è venuta a galla l’intera storia, e cioè che Azka avrebbe dovuto essere sentita in procura, in qualità di parte offesa, nell’ambito di un procedimento giudiziario mosso proprio a carico di suo padre. Di quel padre che non meriterebbe certo di essere definito tale.

Le indagini condotte finora hanno appurato che il pakistano abbia effettivamente violentato e maltrattato Azka e anche i suoi fratelli, e che questa faccenda sia andata avanti per almeno quattro anni. Alcune volte Riaz avrebbe insultato e picchiato i figli con bastoni e pale da cricket, e le due figlie femmine, proprio per questo, sarebbero finite diverse volte al pronto soccorso. Lui, da parte sua, continua tuttora a negare ogni capo d’accusa.

Rifiutata dai genitori perché gay, li porta a C’è Posta per Te

C'é Posta per TeC'é Posta per Te

La prossima puntata di C’è Posta per Te, che andrà in onda sabato 19 gennaio, porterà alla luce una storia da cui traspare ancora una volta il clima di omofobia e discriminazione che si respira in Italia. E’ la storia di una ragazza che ha convocato in studio i genitori che l’avevano cacciata di casa dopo aver scoperto la sua relazione d’amore con un’altra donna, Deborah.

La giovane donna ha quindi convocato la famiglia per ribadire il proprio amore nei confronti della compagna ma anche per provare a ricucire i rapporti, specie in vista del matrimonio che le due hanno deciso di cominciare ad organizzare.

“So che non è facile accettare il fatto che mi stia per sposare con una donna, ma Deborah mi rende una persona felice”. Queste le parole pronunciate dalla ragazza che, come c’era da aspettarsi, ha trovato l’appoggio di Maria De Filippi, da sempre schierata dalla parte dei diritti civili (non a caso è stata la stessa De Filippi a volere il trono gay in Uomini e Donne).

Non sappiamo esattamente a quali ragioni abbiano addotto i genitori della ragazza per giustificare questa loro diffidenza nei confronti della figlia e del suo amore omosessuale, né sappiamo se abbiano deciso di aprire o meno la busta. La storia è infatti emersa semplicemente grazie ad un video che la produzione del programma ha deciso di pubblicare sui suoi profili social, ma delle pieghe e degli esiti non ci è ancora dato sapere. Per capire esattamente i contorni di questa triste storia e per conoscere il suo epilogo bisognerà seguire la puntata di sabato di C’è Posta per Te!

Intanto il format continua a confermare la sua validità: anche questa edizione, infatti, ha aperto con un ottimo risultato sul fronte degli ascolti. All’esordio, l’edizione 2019 del programma ha conquistato l’attenzione di quasi 6 milioni di telespettatori, che equivalgono al 30% di share.

Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5, ha quindi commentato: “C’è Posta per Te è uno dei programmi più amati, attesi e seguiti di sempre che conferma i suoi ascolti incredibili. Il people show più longevo della televisione italiana continua a destare emozioni come soltanto i grandi e intramontabili classici riescono a fare”.

The Voice of Italy torna con Simona Ventura: Emma Marrone tra i coach?

emma marrone

Ormai è ufficiale: a condurre la prossima edizione di The Voice of Italy sarà proprio Simona Ventura, che grazie a questo programma farà ritorno in Rai dopo diversi anni di lontananza. Era da un po’ di tempo infatti che Super Simo non prendeva le redini di un qualche programma Rai, tanto è vero che negli ultimi tempi l’abbiamo vista impegnata tra Agon Channel, Sky e Mediaset!

Ora che il nodo conduttore è stato sciolto, a questo punto resta da capire chi saranno i quattro coach. I preparativi fremono visto che il talent show targato Rai 2 andrà in onda a partire da martedì 16 aprile, e infatti qualche nome dei possibili coach sta cominciando a circolare. Secondo quanto rivelato da alcuni organi di stampa, i primi due nomi reclutati potrebbero essere J-Ax, che in passato ha già ricoperto questo ruolo, e Morgan, che di talent ne sa qualcosa grazie alle sue partecipazioni ad X Factor e Amici.

Ma proprio nelle ultime ore è stato rilasciato un nuovo retroscena: sembra che la produzione abbia messo gli occhi su Emma Marrone, la celebre cantante che deve il suo successo ad Amici e che negli anni passati ha pure ricoperto il ruolo di coach all’interno della scuola. Emma, però, così come c’era da aspettarsi, sembrerebbe aver rifiutato la gentile offerta. “Il talent show condotto da Simona Ventura starebbe facendo la corte ad Emma Marrone – scrive la fonte -, ma la cantante, lanciata da Maria De Filippi, avrebbe risposto picche”.

Il motivo? Molto probabilmente è legato al fatto che Emma, dopo il capitolo televisivo, avrebbe intenzione di tornare a concentrarsi sulla sua carriera musicale, specie dopo il lancio del suo ultimo album, “Essere Qui – Boom Edition”.

Elisa Isoardi e Matteo Salvini, lo scoop: stanno ancora insieme!

elisa isoardi

Elisa Isoardi e Matteo Salvini stanno ancora insieme. Di questa versione ne era assolutamente convinto Fabrizio Corona ed ora lo è anche Alberto Dandolo. Il numero uno di Dagospia, durante un’intervista rilasciata ad un programma radiofonico di Radio2, si è lasciato andare ad alcune rivelazioni davvero interessanti sulla relazione d’amore di Elisa e Matteo.

Secondo Dandolo, i due non si sarebbero mai lasciati, ma anzi, avrebbero volutamente preso in giro tutti quanti. I due starebbero fingendo di essersi allontanati, ma in verità si starebbero continuando a frequentare di nascosto ed il sentimento, tra loro, sarebbe più vivo che mai. Ad infondere qualche dubbio sul fatto che potrebbero stare ancora insieme, qualche tempo fa, era stato pure il parrucchiere della Isoardi, che aveva ammesso di aver visto la sua cliente impegnata a chattare con Salvini in più di una occasione.

Ma perché mai i due dovrebbero aver messo in piedi questa messa in scena? I motivi potrebbero essere diversi, ma la ragione numero uno sarebbe proprio legata al tentativo di allontanarsi dai riflettori, di tenersi a debita distanza dal gossip nostrano.

I due, in pratica, erano consapevoli che “rompendo” avrebbero fatto parlare di loro, ma erano convinti altresì che dopo un po’ di tempo, almeno, i giornalisti li avrebbero lasciati in pace! Lei avrebbe così potuto continuare serenamente la sua avventura su Rai 1, a “La Prova del Cuoco”, mentre Matteo avrebbe potuto dedicarsi meglio all’attività politica e di governo. E invece è finita che qualcuno abbia scoperchiato questo loro possibile piano…

Stuprò e uccise bimba di 8 anni: pedofilo assassinato in carcere

anthony palma

Si sa che nelle carceri spesso e volentieri vige quasi un altro sistema giuridico, una sorta di sistema che corre in parallelo con quello “istituzionalmente riconosciuto” e che spesso si avvale della cosiddetta giustizia fai da te. Ne sa qualcosa Anthony Palma, un uomo che è finito in galera per aver violentato e ucciso una bambina di 8 anni e che venerdì scorso è stato trovato morto proprio all’interno della sua cella.

Anthony, che in prigione stava scontando l’ergastolo, pare sia stato assassinato da un compagno di cella evidentemente nel tentativo di “rendere giustizia” alla bambina uccisa.

Palma infatti era stato giudicato colpevole per l’uccisione della piccola Kirsten Hatfield: la bimba, di 8 anni, venne rapita nella sua casa nel Midwest City, per poi essere violentata e ammazzata. Per diversi anni il killer era riuscito a sottrarsi alla cattura, ma nel 2015 arrivò la svolta. Campioni del suo Dna rilevati dai fazzoletti coi quali si soffiava il naso durante un periodo di influenza erano stati ritenuti perfettamente compatibili con il Dna rinvenuto sul corpo della bimba 18 anni prima.

Palma è così stato catturato e incarcerato a quasi 20 anni di distanza dai fatti, e per questo aveva cominciato a scontare l’ergastolo. Venerdì scorso, però, l’uomo è stato trovato morto dagli agenti della polizia penitenziaria durante un controllo di routine. Il principale sospettato resta il compagno di cella di Palma, che ora potrebbe vedersi appesantita la pena per il quale era originariamente finito in galera.

Stuprata dal papà da quando aveva 6 anni: a 11 scopre di essere incinta

shannon clifton

E’ stata ripetutamente violentata dal padre: gli abusi arrivavano ad essere anche quattro al giorno. Il primo episodio di stupro avvenne quando aveva soltanto sei anni e la sua vita è continuata così per diversi anni, fino a che, raggiunto l’undicesimo anno di vita, non ha scoperto di essere incinta.

Quella di Shannon Clifton, oggi 18enne, è una storia semplicemente agghiacciante. Dopo un lungo silenzio, la ragazza ha deciso di raccontare pubblicamente gli orrori che ha vissuto quando era ancora una bambina. “La prima volta che mio padre mi violentò avevo sei anni ed è stato sul pavimento di casa”. Da allora, per lei, cominciò un vero e proprio calvario.

La svolta è arrivata al compimento degli 11 anni, quando scoprì di essere incinta: un giorno suo padre la picchiò con una tale violenza da farle perdere conoscenza ed anche il bambino che portava in grembo. Ma dopo un paio di anni si verificò qualcosa di simile: a 13 anni Shannon finì nuovamente in dolce attesa ed anche in questo caso suo padre fece di tutto per procurarle un aborto, senza tuttavia riuscirci. Proprio per questo, cioè per non essere riuscito a far morire quello che sarebbe stato “il frutto del peccato”, l’uomo si diede alla fuga.

Dopo un po’ di tempo e a fronte di una serie di ricerche serrate, l’uomo è stato arrestato nel 2015. Shannon ha oggi 18 anni ed il figlio nato da quell’incesto è stato adottato da un’altra famiglia. “Per anni – ha raccontato la ragazza – ho vissuto nel dolore e nel terrore. Lo odio, ma al tempo stesso non riesco a dimenticarlo perché è stata l’unica persona su cui bene o male ho potuto contare durante la mia infanzia”.

“All’inizio – ha aggiunto – quando i miei genitori si separarono, decisi di stare con lui. Ma col tempo è diventato violento, e non solo dal punto di vista sessuale: una volta mi ha aggredito con un martello, un’altra volta mi ha pugnalato e un’altra volta ancora mi ha bruciato con un ferro da stiro. Diceva che fosse normale, che tutti i padri si comportavano così con le figlie”.

Sanremo 2019, polemica sui cachet: quanto guadagneranno i conduttori

Il Festival di Sanremo 2019 sta per iniziare, e come spesso accade, sta per farlo circondato da una nuova spirale di polemiche.

In questi giorni, infatti, non sono certo passati inosservati i battibecchi che ci sono stati tra Claudio Baglioni e Matteo Salvini, reduci da un confronto sul tema migranti. Baglioni, in parole povere, aveva criticato l’operato del governo in materia di immigrazione, e Salvini di tutta risposta lo aveva invitato a tacere e a “fare il suo mestiere”.

Ora che questa polemica sta pian piano scemando, però, ecco che se ne affaccia una nuova. Stavolta, al centro della discussione, c’è un argomento che a dire il vero non è poi tanto nuovo per il Festival di Sanremo, e cioè i compensi che pare intaschino i conduttori.

Stando a quanto è trapelato fino ad ora, sembra che i costi di produzione del Festival si aggirino attorno ai 12 milioni di euro e che i ricavi siano di circa 25 milioni di euro. Insomma, i ricavi sarebbero il doppio dei costi, anche grazie ad una raccolta pubblicitaria estremamente proficua (si sa che gli spazi pubblicitari del Festival sono i più interessanti per le aziende, proprio per via dell’altissimo livello di ascolti che ci si aspetta).

Per quanto riguarda i cachet, invece, qualche cifra, per quanto non ancora ufficiale, è cominciata a circolare grazie al web. Sembra così che Claudio Baglioni si intascherà la bellezza di 800mila euro, mentre Claudio Bisio e Virginia Raffaele guadagneranno rispettivamente 400mila euro e 300mila euro. Per gli ospiti, invece, ci sarebbe una finestra di compensi compresa tra i 20 e i 50mila euro.

Diede fuoco alla fidanzata incinta: per lui pena ridotta

violenza sulle donne

La Corte di appello di Messina ha condannato a 10 anni di galera Alessio Mantineo, il 25enne che nel gennaio 2017 diede fuoco alla fidanzata Ylenia Bonavera, 23 anni, all’epoca incinta. Il giovane è riuscito ad ottenere uno sconto di pena di ben due anni in quanto è decaduta l’accusa di premeditazione: venendo meno l’aggravante della premeditazione, la pena si è ridotta a 10 anni.

La decisione della Corte ha comunque suscitato parecchie polemiche, specie perché esiste un video che dimostra come il ragazzo avesse acquistato il carburante con cui avrebbe poi acceso il fuoco. Insomma, se le immagini non mentono (ed è difficile crederlo) pare proprio che la premeditazione ci fosse eccome.

Alessio e Ylenia, quel giorno, avevano trascorso una serata in discoteca dove peraltro si erano fatti fotografare sorridenti e tranquilli. Tuttavia, poche ore dopo, è successo il fattaccio: Alessio ha dato fuoco alla fidanzata provocandole gravi ustioni, e lei, con lo stupore generale, ha sempre provato a difenderlo.

Non è stato Alessio a farmi questo – aveva detto all’epoca -, noi abbiamo una relazione solida. E’ stato un uomo incappucciato che mi ha gettato la benzina addosso e mi ha dato fuoco”. Poco dopo però la stessa Ylenia, incastrata dalle prove, ammise il tutto: “Se lo ha fatto è perché mi ama”.

Le dichiarazioni della ragazza suscitano tuttora molto sdegno, specie in chi ha subito violenze di genere e in chi tutti i giorni lotta contro questo tipo di violenze e si batte per il riscatto del gentil sesso. La madre di Ylenia, Anna Giorgio, è sempre stata molto dura nei confronti di Mantineo e della reazione di sua figlia, anche perché quel fatto le ha strappato via il nipotino. A causa delle ustioni, infatti, Ylenia perse il bimbo che portava in grembo.

X Factor 2019, Mara Maionchi riconfermata? Intanto su Lodo Guenzi…

x factor

Nonostante l’edizione 2018 si sia conclusa appena un mese fa, già si ritorna a parlare di X Factor (anche se in realtà la macchina del gossip non si è proprio mai fermata!). Appurato che Manuel Agnelli non figurerà tra i giudici della prossima edizione per una sua decisione, che è poi stata comunicata da lui stesso in diretta tv, sugli altri nomi aleggia il mistero.

A dire il vero sembrava che anche Fedez si fosse ritirato, ma alcune sue dichiarazioni più recenti hanno ritrattato questa versione e aperto uno spiraglio. Per quanto riguarda gli altri due, invece?

Mara Maionchi, in un’intervista rilasciata una manciata di ore fa, ha affermato che nel caso in cui la produzione di X Factor dovesse chiederle di tornare a fare il giudice, lei risponderebbe di no. “Direi ‘no è troppo faticoso’, ma è anche vero che alla fine non so resistere. Perché quaratacinque anni di un mestiere non si dimenticano mica facilmente”. Insomma, da una parte c’è un secco no, ma dall’altra c’è una porta aperta: è probabile in buona sostanza che dopo un tira e molla, la Maionchi finirà per essere confermata.

Non si sa però se la produzione la inviterà mai perché in più di una occasione si è parlato dell’intenzione di X Factor 2019 di stravolgere completamente la rosa dei giudici. Tuttavia Mara ha provato a salvare quanto meno Lodo Guenzi: “A me Lodo è piaciuto. Si è rivelato corretto ed educato. Parlava di cose di cui sa parlare. E’ entrato anche in un momento particolarmente difficile ed è stato davvero bravo a prendere il tutto con grande tranquillità. Io l’ho trovato molto capace”.

Salvini, affondo contro Fabio Fazio: “Guadagna in un mese quanto me in un anno”

fabio fazio

Nella sua crociata contro i “nemici”, l’ultima frecciata di Matteo Salvini è stata lanciata nei confronti di Fabio Fazio. I due non sono mai andati molto d’accordo, soprattutto per via delle considerazioni fatte dal leader della Lega in merito alla professionalità di Fazio e ai suoi introiti. E infatti l’ultimo attacco sferrato contro Fabio Fazio riguarda ancora una volta i suoi compensi.

“Stanotte – ha detto Salvini in una diretta Facebook – ho dormito quattro ore, ma sono orgoglioso del mestiere che faccio. Senza invidia o gelosia mi sono fatto due conti: Fabio Fazio guadagna in un mese quanto il ministro dell’Interno guadagna forse in un anno. Un mese per fare spettacolo in tv, un anno per fare il ministro che in fin dei conti si occupa della sicurezza di 60 milioni di persone”.

Insomma, il compenso che il conduttore Rai incassa con “Che Tempo che Fa”, a Salvini non va proprio giù. E non va giù a dire il vero un po’ a tutto il governo visto e considerato che la stessa polemica, un mese fa all’incirca, la agitò pure Luigi Di Maio.

Salvini in ogni caso ha poi provato a spiegarsi meglio: “Nonostante questa differenza non farei mai a cambio con lui, perché io faccio il mestiere più bello del mondo, sono fortunato, sono felice e orgoglioso del sostegno che ho. Non mi interessano i soldi, ma chiedo rispetto”. “Fazio alla fine mi è pure simpatico – ha aggiunto – anche perché era amico ed estimatore come me di Fabrizio De André”.

La polemica sullo stipendio di Fabio Fazio e più in generale sui grossi compensi riconosciuti a diverse personalità della tv pubblica, al di là di tutto, va avanti ormai da un po’. Con la Rai ora riformata nella direzione voluta da Palazzo Chigi, però, non è escluso possano arrivare dei cambiamenti volti a rendere la tv di Stato ancora più allineata al governo gialloverde.

“Ti rendi conto che fai schifo”: volano insulti a C’é Posta per Te

C'é Posta per Te

C’è grande attesa sul ritorno di C’è Posta per Te, il fortunato programma che Maria De Filippi conduce con grande successo ormai da molti anni.

Domani, sabato 12 gennaio, riprenderà la messa in onda di uno dei programmi tv più amati dal pubblico italiano, e proprio nella prima puntata ci sarà già modo di assaporare qualche nota interessante. Gli amanti del trash saranno accontentati perché in una delle storie che verranno raccontate sono volati insulti e la tensione si è tagliata davvero col coltello.

Ad anticiparlo è stata proprio la redazione di C’è Posta per Te, che tramite il profilo Twitter ufficiale ha diffuso una clip, della durata di qualche secondo, all’interno della quale emerge quanto vedremo poi in onda. In questo breve filmato si vede appunto una delle protagoniste della storia urlare ad un signore che siede al di là della busta la seguente frase: “Ti rendi conto che fai schifo?”.

Molti fan si sono quindi incuriositi, perché chi è un grande appassionato di C’é Posta per Te effettivamente freme dalla curiosità di scoprire cosa ci sia di mezzo e perché mai siano volate parole tanto pesanti!

Ad ogni modo, nella puntata di domani non ci saranno solo storie interessanti da raccontare, ma anche diversi super ospiti da ritrovare. La prima puntata per esempio ospiterà Ricky Martin, cantante famoso in tutto il mondo non solo per via della sua musica ma anche per il suo grande fascino. Martin, tra l’altro, ha fatto chiacchierare molto di sé anche per via della sua omosessualità e del fatto di essere diventato padre per la terza volta senza l’ausilio di una moglie: al suo fianco c’è infatti un uomo, l’artista siriano Jwan Yosef.

Stefano De Martino ammette: “Ho fatto ricorso alla chirurgia estetica”

emma marrone e stefano de martino

In queste ore Stefano De Martino si è raccontato in una interessante intervista. Il ballerino di Amici, oggi fondatore della società di comunicazione ‘Willy The Whale’, si è raccontato sotto diversi aspetti toccando tasti anche molto personali, come il suo chiacchieratissimo rapporto con la chirurgia estetica e il suo non ancora ben definito status sentimentale.

Per quanto riguarda la prima questione, De Martino ha ammesso di essere ricorso alla chirurgia estetica in più di una occasione. “Prima – ha ammesso – ero molto più brutto, ma è il risultato quello che conta. Il primo intervento l’ho fatto al naso perché me l’ero spaccato, ma poi ho anche messo a posto altre cose, tipo i denti”. Su eventuali altri interventi ha glissato, ma dei raffronti tra foto di ieri e foto più recenti mostrano che in realtà qualche altro intervento potrebbe essere stato fatto!

Sulla sua vita sentimentale, Stefano ha chiarito una volta per tutte di non essere fidanzato in questo preciso momento. E che no, non c’è neppure un ritorno di fiamma con Belen Rodriguez. “Non siamo tornati insieme ma restiamo comunque una bella famiglia. E’ importante che ai figli si trasmetta l’unità familiare che va al di là del rapporto tra uomo e donna, che negli anni può sempre cambiare. E comunque sì, sono stato io a lasciare Belen”.

Molti ricordano però che dopo la Rodriguez, nella vita di Stefano un’altra donna è subentrata. Si tratta di Gilda Ambrosio, con cui Stefano, però, ha spiegato di non aver avuto una vera e propria storia d’amore. “L’ho frequentata per un po’ di tempo. Suo malgrado si è ritrovata nel frullatore del gossip per colpa mia. Con Emma Marrone? Quella è stata una storia nata sotto i riflettori. Lei è una cantante straordinaria”.

Ilary Blasi potrebbe lasciare Mediaset: “colpa” di Barbara D’Urso

grande fratello vip

Ilary Blasi potrebbe lasciare Mediaset. Un noto settimanale ha messo in circolo questa voce perché sembra che tra la conduttrice e i vertici del colosso di Cologno Monzese ci sarebbero delle acredini in corso. Alla base di tutto potrebbe esserci un malcontento della Blasi che a quanto pare non avrebbe digerito molto la scelta di far partire il Grande Fratello Nip con Barbara D’Urso proprio questa primavera.

Il motivo? Molto probabilmente il suo timore è che il Gf Nip di Barbara D’Urso possa andare troppo bene, o che quanto meno possa fare meglio rispetto a quanto non abbia fatto l’ultima edizione del Grande Fratello Vip, che alla Blasi ha consegnato purtroppo dei dati di ascolto piuttosto deludenti. La sensazione di Ilary, quindi, è che un eventuale successo della D’Urso potrebbe far scattare subito il paragone con lei e metterla di conseguenza in difficoltà.

“A Milano si vocifera che Ilary Blasi sarebbe ai ferri corti con Mediaset. Il motivo? Non vedrebbe di buon occhio la messa in onda primaverile del Grande Fratello Nip. Dicono che su questa faccenda avrebbe posto un duro aut-aut”.

Si tratta comunque di un fatto piuttosto strano visto che, al di là del fatto che nascerà mai un paragone diretto tra la D’Urso e la Blasi, Mediaset ha più volte confermato l’intenzione di rinnovare il Grande Fratello Vip, e di volerlo fare anche se l’audience dell’ultima edizione non è stata affatto positiva. Inoltre la stessa Mediaset ha confermato che a condurre la prossima edizione del reality sarà sempre la moglie di Francesco Totti.

Isola dei Famosi 2019, Jeremias Rodriguez non parteciperà più: cos’è successo

simona izzo vs jeremias rodriguez

Jeremias Rodriguez potrebbe non fare più parte del cast dell’Isola dei Famosi 2019. Secondo l’ultima indiscrezione, il reality show di Canale 5 avrebbe perso uno dei suoi pezzi più importanti, e il motivo potrebbe essere legato a questioni di natura personale.

Stando a quanto vociferano alcuni insider, pare che a causare il dietrofront di Rodriguez sia stato un incidente che lo avrebbe colto proprio pochi giorni prima dell’inizio di questa sua grande avventura. Il fratello di Belen e Cecilia Rodriguez si sarebbe fratturato una mano in circostanze che non appaiono ancora molto chiare, ma sembra che al di là della causa scatenante, l’infortunio lo abbia di fatto allontanato una volta per tutte dall’Isola dei Famosi.

A dire il vero né il programma né lo stesso Jeremias si sono pronunciati in tal senso, ma è anche vero che non è arrivata neppure alcuna smentita circa l’ipotesi avanzata da molti giornali e blog. Per capire se Jeremias parteciperà o meno all’Isola, dunque, toccherà aspettare ancora qualche giorno.

Al di là di come andranno a finire le cose, quel che è certo è che la nuova edizione del reality show partirà giovedì 24 gennaio. Al timone ritroveremo Alessia Marcuzzi, mentre opinionisti e inviato sono stati cambiati: Rocco Siffredi e Alda D’Eusanio potrebbero essere i nuovi opinionisti, mentre Daniele Bossari è stato confermato come il nuovo inviato in Honduras (dopo che Stefano De Martino aveva annunciato l’intenzione di non ricoprire più quel ruolo).