Elizabeth Olsen insieme a Robert De Niro in “Red Lights”

Il regista spagnolo Rodrigo Cortés da poco si è distinto e fatto conoscere al mondo con il suo thriller claustrofobico “Buried – Sepolto”, in cui l’attore americano Ryan Reynolds è un civile che lavora in zona di guerra in medio oriente che dopo essere stato assalito insieme al suo convoglio di camion viene rapito e sepolto vivo. Se con quel film ci aveva incantato e incollato allo schermo grazie alla sua abilità di regista – non è certo un lavoro facile girare 90 minuti solamente all’interno di una bara – con il suo prossimo film promette ancora di più.

 

Nel cast erano già presenti Robert De Niro, Sigourney Weaver (“Avatar”, “Alien”) e Cillian Murphy (“28 Giorni Dopo”, “Batman Begins”), si tratta di “Red Lights”, e il suo nuovo acquisto è l’attrice rivelazione del Sundance Film Festival 2011 ora in corsa Elizabeth Olsen. Già nota per la sua performance nel dramma di Sean Durkin “Martha Marcy May Marene”, adesso al festival creato da Robert Redford ha stupito tutti nell’horror “The Silent House” di Laura Lau. E sembra che nessuno abbia voluto aspettare oltre per concludere le trattative con l’attrice che nel thriller psicologico di Cortés interpreterà l’interesse amoroso del personaggio di Cillian Murphy anche se la parte romantica pare sarà soltanto una sorta di sottotrama rispetto a quella principale. Sigourney Weaver e Robert De Niro saranno invece i protagonisti, la prima nella parte di una importante professoressa di psicologia i cui studi sul paranormale la portano a investigare sul sensitivo di fama internazionale interpretato dall’ex-attore feticcio di Martin Scorsese.