“Avatar 2” uscirà a Natale nel 2014

Ai Producers Guild Award James Cameron ha ricevuto un premio onorario e lui in cambio ha dato a tutti gli astanti, e a chiunque altro, una succulenta notizia. “Avatar 2” ed “Avatar 3” hanno una loro data di uscita, prevista per il Natale del 2014 il numero 2, mentre quello che si suppone sarà l’ultimo episodio si dovrà aspettare il 2015.

 

Il Titanic-o regista ha affermato che si è addentrato di recente nel lavoro di scrittura della sceneggiatura dei due film, nonostante l’idea di realizzare almeno un sequel fosse nata praticamente nello stesso istante in cui le sale si sono aperte per le prime proiezioni di “Avatar”. Strano che le case di produzione non si siano buttate a pesce nell’offrire a Cameron qualunque cosa volesse purché gli realizzasse immediatamente un sequel, ma visti i risultati per film che ottiene, probabilmente sono disposti a stare ai suoi tempi.

 

Si perché, come ha dimostrato appunto con i 12 anni di tempo tra “Titanic” ed “Avatar”, James Cameron è tutto meno che un regista – autore frettoloso, e pare aver deciso di prendersi tutto il tempo necessario per realizzare questi due nuovi prodotti. Verranno quindi girati uno dietro l’altro e l’attesa tra il secondo ed il terzo film della serie sui Nav’i non saranno separati da lustri o decenni e chi andrà a vedere l’ultimo della serie non dovrà ricordarsi di quando era ancora giovane per rimettere insieme i pezzi tra i vari episodi.

 

Dunque è inutile fare previsioni su chi sarà tra i vecchi personaggi a rientrare a far parte del cast di Avatar. Ma per rispondere a queste curiosità James Cameron ha detto “Fondamentalmente, se sei sopravvissuto nel primo film, riesci ad entrare nel secondo in un qualche modo”. Per cui, se era scontato che avremmo rivisto i protagonisti Jake Sully/Sam Worthington e Neytiri/Zoë Saldaña, potremo aspettarci di rivedere anche gli altri, anche se i principali personaggi secondari del primo film è facile che non ritorneranno. Chi ha visto sa, e probabilmente in questo mondo tutti sanno a giudicare dagli incassi stratosferici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *