L' esperto di menzogne Cal Lightman torna su Rete4 con la seconda stagione di "Lie To Me"

Nelle scorse settimane si è parlato spesso di “Lie To Me“, il serial FOX incentrato sulla lettura delle bugie condotte dall’ esperto di microespressioni facciali e linguaggio del corpo Cal Lightman, interpretato dal grande attore britannico Tim Roth. Ora come ora non ci interessano queste dispute per la paternità della serie che sono scaturite nei giorni scorsi, ma il fatto che questa sera il telefilm torna su Rete4 con l’ inedita seconda stagione.

La serie da questa seconda trance di episodi si dedicherà maggiormente alla figura dello scorbutico scienziato, dei suoi rapporti interpersonali e del suo legame con la figlia Emily (Hayley McFarland). Ulteriori rivelazioni arriveranno anche sul passato di Ria Torres (Monica Raymund) e sull’ attuale rapporto professionale e personale tra Lightman e la sua fedele socia la dottoressa Gillian Foster (Kelli Williams). Continueranno le collaborazioni con l’ FBI sempre intermediate dall’ agente Ben Reynolds (Mekhi Phifer), e il Lightman Group dovrà fare i conti anche con personalità davvero particolari, come nel caso delle prime due puntate in onda questa sera alle 21.30.

Nell’ episodio “Personalità Multipla” si indagherà su una ragazza affetta dalla strana sindrome che da il nome alla puntata, convinta che una delle sue personalità abbia commesso un omicidio. Un’ indagine stuzzicante per il Dr. Lightman, che non negherà il suo aiuto alla donna. Nel successivo “Bugie e Conseguenze” si tratterà di un difficile caso di stupro in cui è coinvolto un famoso giocatore di Basket. Questa volta a chiedere aiuto a Lightman sarà Zoe (Jennifer Beals), la sua ex-moglie che difende il giocatore in qualità di avvocato. Da segnalare la guest star James Marsters, lo Spike del noto telefilm fantasy “Buffy – L’ Ammazzavampiri.

Per un debutto coi fiocchi Mediaset presenta sul suo sito internet una speciale intervista rilasciata dal protagonista Tim Roth, e visibile a questo indirizzo.