In Puglia l’auto elettrica dal 2012

Lasciano ben sperare le parole del Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola in seguito al suo incontro con l’amministratore delegato di Enel Distribuzione Livio Gallo secondo cui è vicino lo startup di un nuovo progetto atto a rivoluzionare il settore automobilistico di pari passo a quello ambientale per il fine comune di cambiare radicalmente ecosostenibilità del territorio pugliese.
Chi mette i piedi per prima nel ciclo dell’idrogeno e poi lo riconnette a un ciclo energetico virtuoso, guadagna il futuro. Noi ci arriveremo e spero che, in un tempo non lungo, potremo avere stazioni di distribuzione dell’idrogeno che possano consentire di sperimentare forme di trasporto urbane sostenibili’‘.

L’energia alternativa per il mondo delle auto diverrò quindi ben presto realtà, almeno in Puglia, dove l’installazione di ben 250 colonnine il cui scopo sarà quello di rifornire le auto ad alimentazione elettrica, andando così ad incentivare l’acquisto di nuovi mezzi nel pieno rispetto dell’ambiente.

I 250 impianti promessi dal Presidente Nichi Vendola godrebbero in realtà di un ingente investimento pari al valore di 100 milioni di euro nel quale però sono previsti 4000 impianti aggiuntivi nel caso in cui l’energia alternativa automobilistica dovesse divenire un successo regionale e perché no anche nazionale tale da costringere immediatamente gli organi addetti all’installazione di distributori di energia elettrica per auto aggiuntivi. Nel finanziamento poi rientrerebbe anche il servizio denominato Smart Grid, ovvero uno strumento in grado dirottare energia in eccesso da una “pompa” poco trafficata verso un’altra dove ve ne fosse bisogno per un eventuale esubero di rifornimenti di energia.