Fiorentina, Mihajlovic contestato dai tifosi

Non è un buon momento per la Fiorentina: il tecnico e la squadra sono stati fiscihiati dai propri tifosi. L’allenatore non ci sta: “Fischi ingiusti, la squadra ci è rimasta male. Si sa che il tifo fiorentino è un pò particolare, i fischi li accettiamo, non è la prima volta, ma stavolta non li ho capiti, i ragazzi ci sono rimasti male. Forse la gente ha reagito così perchè negli ultimi 10′ non eravamo equilibrati però l’impegno c’è sempre stato e alla mia squadra non ho nulla da rimproverare. Avevo detto che sarebbe stata dura, abbiamo cercato in tutti modi di vincere ma non era facile contro un avversario che si è difeso con dieci uomini e a cui andava bene il pari». Mihajlovic non ha festeggiato al meglioo il proprio compleanno: “Avrei preferito festeggiare vincendo, ci è mancato solo il gol. L’Europa non è lontana. Ora pensiamo ad arrivare a 40-41 punti poi vedremo”.  Il tecnico ha detto che con D’Agostino e Cerci è tutto a posto. D’Agostino è alla quinta panchina in sei gare, mentre Cerci da tre gare vedesolo la tribuna. Andrea Della Valle non è soddisfatto della prestazione della squadra: “Due punti persi, meglio giocare male e vincere, è quello che preferisco. Comunque la classifica non mi preoccupa, l’Europa è lontana ma non irraggiungibile. Prima però raggiungiamo quota 40 e prepariamoci bene per la trasferta di Bari». Anche Behrami non è contento del risultato: “I fischi ci stanno quando si pareggia in casa, però ce l’abbiamo messa tutta. Purtroppo c’erano pochi spazi, è un passo indietro, cercheremo di ripartire già dalla prossima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *