VM Motori sarà controllata da Fiat e GM

Non molto tempo fa, qui su Bloglive abbiamo parlato della produzione di un motore 3.0 V6 Turbodiesel, che potrebbe essere adottato sia dalla Fiat che dal gruppo General Motors. Infatti, questo motore, che potrebbe essere montato anche sulla nuova Jeep Grand Cherokee, proverrebbe dall’ azienda VM. Dopo alcune trattative, la Commissione Ue ha dato il via libera al controllo congiunto della VM da parte di Fiat e GM. Sono state fatte delle analisi in quanto si sospettava che questo accordo potesse creare un impedimento alla concorrenza, ma è stato verificato che non è così, invece, e quindi ora Fiat e General Motors controlleranno VM, il costruttore italiano di motori diesel per uso automobilistico, industriale, agricolo e marino. In precedenza, la VM era controllata da GM e Penske, che ha ceduto il suo 50% alla Fiat.

La Commissione europea ha valutato positivamente l’accordo perchè la fabbricazione dei motori per Fiat da parte di VM e da parte di Fiat Powertrain, non dovrebbe ostacolare particolarmente la concorrenza.

Infatti non esistono presupposti per pensare che Fiat e Fiat Industrial (considerate dalla EU come una sola entità) possano escludere in qualche modo i diretti concorrenti, soprattutto se consideriamo quali fonti di approvvigionamento esistono sul mercato europeo.

Quindi, ora che è stato chiarito questo dubbio, la collaborazione tra Fiat e General Motors nella gestione del produttore VM dovrebbe permettere alla Fiat di dotare le sue vetture di motori di alta cilindrata.