Panzerotti alla meridionale

 

 

I panzerotti, e i calzoni, entrambi di origine meridionale, sono ormai diffusi in tutta l’Italia, specialmente nella parte Mediterranea.
Il termine panzerotto, di origine napoletana, indica una preparazione formata da un involucro di pasta con un ripieno dolce o salato fritto nello strutto (più anticamente) o in olio (più attualmente), che cuocendosi si rigonfia, prendendo forma simile ad una pancia (panza).

I calzoni, famosi quelli napoletani e pugliesi, sono invece preparati con della pasta da pane (o pizza), che viene farcita e chiusa a forma di mezzaluna o manicotto e cotta al forno o fritta.
Il ripieno salato dei panzerotti (o calzoni), può essere molto vario, ma più comunemente si usa farcirli con pomodoro e mozzarella, prosciutto cotto e formaggio, ricotta, salame e formaggio, ecc …

Ingredienti:

  • 400g di farina
  • 200g di mozzarella di bufala
  • 70g di provolone grattugiato
  • 30g di parmigiano grattugiato
  • 60g di prosciutto cotto tritato
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • strutto
  • noce moscata
  • sale

 

Preparazione:

Versate la farina a fontana e mettete al centro 100g di strutto, un cucchiaino di sale e 2 cucchiai di acqua tiepida. Lavorate gli ingredienti con la punta delle dita formando una pasta liscia e compatta aggiungendo, all’occorrenza, ancora un pò d’acqua. Formate una palla e lasciatela riposare per almeno un’ora. Soffriggete il prosciutto a fuoco basso finché il grasso sia sciolto. Versatelo in una terrina, lasciatelo raffreddare quindi unite la mozzarella a dadini, il parmigiano, il provolone, il prezzemolo, le uova, insaporite con pepe e noce moscata e amalgamate bene tutti gli ingredienti.  Stendete la pasta per uno spessore di circa 3mm e ritagliate dei cerchi aventi un diametro di 8-10cm. Mettete al centro di ogni cerchio un mucchietto di ripieno, quindi ripiegate la pasta formando delle mezzelune e sigillate bene i bordi. In una padella, scaldate abbondantemente lo strutto e, quando sarà bollente, friggetevi i panzerotti un pò alla volta finché non diventino ben dorati. Scolateli, sgocciolateli su carta assorbente e serviteli subito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *