Jane Mcgonigal, chi gioca vive dieci anni in più!

 Jane McgonigalL’ultimo incontro tenutosi al Meet the Media Guru a Milano ha ospitato una protagonista d’eccezione: Jane Mcgonigal, game designer di fama internazionale, che ha strabiliato tutti gli ospiti con le sue teorie sui videogame. La sua affermazione che ha destato maggior curiosità è stata senz’altro questa: “I videogames possono migliorare la nostra vita e riuscire a cambiare il mondo in cui viviamo”. Il suo discorso è cominciato con un dato piuttosto sbalorditivo: passiamo ben 3 miliardi di ore a settimana giocando online.

Il gaming poi, secondo Jane, produce un sacco di emozioni positive, quali curiosità e gratitudine, inoltre, giocando insieme a qualcuno, la relazione con quest’ultimo risulterà solidificata e rafforzata. Durante il gioco poi, riconosciamo di avere uno scopo ben preciso poiché ci troviamo davanti ad un ostacolo da superare che, una volta oltrepassato, farà prevalere la soddisfazione di aver portato a termine la nostra missione. Gli ostacoli e gli obiettivi del gaming risultano particolarmente avvincenti proprio perché sono volontari: siamo noi che decidiamo di metterci nella posizione di affrontare una sfida. Di conseguenza, quando li superiamo o li conseguiamo ci ritroviamo in uno stato di euforia ed eccitazione, ci sentiamo soddisfatti e appagati. In conclusione, dunque, i giochi riescono ad attivare ben 10 emozioni positive:

1. gioia 2. sollievo, 3. amore, 4. sorpresa, 5. orgoglio, 6. curiosità, 7. eccitazione, 8. meraviglia, 9. appagamento, 10. creatività.

Di conseguenza, essere felici ci rende, per forza di cose, persone di successo: è statisticamente provato, infatti, che i gamers spesso ottengono ottimi voti a scuola, maggior popolarità, supporto da parte della società, promozioni sul lavoro, etc. Ma non è finita qui, la cosa più sorprendente, infatti, è che grazie a Jane e alle ricerche condotte dal suo team, s copriamo inoltre che chi gioca vive in media dieci anni in più!

Alla fine dell’incontro, Jane è passata dalla teoria alla pratica, parlando di alcuni social games interessanti disponibili online. Chore Wars: le vostre missioni saranno le faccende di casa! Ogni volta che finirete di lavare i piatti, di fare il letto, di spolverare le mensole o lavare per terra avrete raggiunto il vostro obiettivo e guadagnerete punti.

chore wars

PROVALO SUBITO!

Probabilmente, però, la più grande creazione di Jane McGonigal rimane Evoke: uscito un anno fa. Anche qui ognuno ha una missione: rendere il mondo un luogo migliore. Consapevoli dell’aiuto che il nostro pianeta necessita, il giocatore può decidere il problema che gli sta maggiormente a cuore ed “evocarlo“. Ogni volta che farà qualcosa a favore di quel problema, lo mostrerà alla community grazie all’upload di foto e video.

evoke

PROVALO SUBITO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *