Terrorismo: Saif Al-Adel è il successore di Bin Laden

Saif Al-Adel è il nome del successore di Osama Bin Laden. Sono trascorsi più di dieci giorni da quando il capo di Al Qaida,  Bin Laden, è rimasto ucciso nel blitz degli Stati Uniti. La notizia si aspettava da giorni, era prevedibile che il gruppo terroristico non potesse rimanere scoperto di un capo per troppo tempo. Così sembra che la decisione sia stata presa, almeno provvisoriamente, e il nome più accreditato è stato quello di Saif Al–Adel, un cinquantenne tra i maggiori ricercati dai servizi federali americani, sul quale vige una taglia di 5 milioni di dollari, per chi dimostrerà di avere un ruolo rilevante nella sua cattura. Si tratta di una nomina ad interim, finché la shura, il famoso consiglio dei saggi, avrà designato il nome definitivo del capo dell’organizzazione. Saif Al Adel è di origine egiziana, nato tra il 1960 e il 1963: su di lui cadono numerose accuse da parte del Federal Bureau of Investigation.

E’ ritenuto responsabile degli attentati terroristici del 1998 alle ambasciate americane in Tanzania e Kenia, provocando la morte di 86 persone e un migliaio feriti. Inoltre il nome di Saif Al-Adel spiccherebbe anche per essere responsabile di altri gravi episodi di violenza per opera di Al Qaida, avvenuti dal 2003 contro la monarchia del re Abdullah.

Originariamente si pensava che il successore maggiormente favorito di Osama fosse il numero due dell’organizzazione, Ayman Al Zawahiri, ma la sua nomina dovrà aspettare, poiché le circostanze che hanno portato alla fine di Bin Laden buttano ombre sulla sua fedeltà al capo rimasto ucciso nel blitz di Abbottabad.

La nomina di Saif Al-Adel secondo la fonte della CNN, l’ex militante Noman Benotam, potrebbe portare tensione all’interno della stessa organizzazione terroristica, in quanto la sua nazionalità egiziana non sarebbe conforme alle regole designate dagli alti membri del consiglio, yemeniti e sauditi, che invece ritengono che il capo di Al Qaida debba provenire dalla penisola arabica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *