Lorella Boccia coperta da pochi stracci. Le forme sono incontenibili: “Pazza di te”