Cibi grassi: potenti come la marijuana!

I cibi grassi, quelle calde e succulente pietanze da fast-food che ci consolano quando ci sentiamo soli e stressati o quando abbiamo bisogno di puro “piacere” gastronomico, sono l‘ultima droga leggera venduta sul mercato. Patatine fritte, pancetta, insaccati e salse di ogni tipo, secondo un recente studio tutto italiano, hanno lo stesso effetto della marijuana.

Nonostante gli effetti nocivi dei cibi grassi, la popolazione non riesce a rinunciarci per nulla al mondo. Le patatine ed i cibi da fast-food sono un richiamo troppo forte a cui il cervello non sa opporsi. Gli scienziati del Dipartimento Drug Discovery and Development, dell’Istituto Italiano di Tecnologia, hanno riscontrato che i cibi grassi agiscono sul cervello e sull’organismo con un’azione tanto potente da mimare il meccanismo chimico della marijuana. Questi cibi attivano i recettori del desiderio e non si riesce a smettere di mangiare ancora altri cibi dannosi per la salute.

Lo studio italiano, reso noto dalla rivista scientifica Pnas,  mostra come l’ingestione di alimenti spazzatura stimoli la produzione cerebrale di endocannabinoidi, sostanze naturali normalmente prodotte dal corpo umano, aventi gli stessi effetti della marijuana. Gli endocannabinoidi agiscono stimolando i recettori del desiderio ed inibiscono il senso di sazietà per i cibi grassi, permettendoci di mangiarne a dismisura. Lo stesso meccanismo è del tutto assente quando ingeriamo zuccheri o proteine.

In un epoca in cui imperversano sulle nostre tavole alimenti nutrienti di ogni tipo ed in cui il movimento non è più al primo posto, i cibi grassi dovrebbero essere caduti nel dimenticatoio da un pezzo. Non è come in passato quando l’uomo aveva bisogno di cibi con alto contenuto di grassi per vivere grazie ad una fonte primaria di energia. Invece, nessuno o quasi, riesce a rinunciarci ed i cibi spazzatura sono la prima causa di malattie cardiovascolari, sovrappeso e obesità. Per cui, visto che questi alimenti agiscono con la stessa potenza di una droga leggera è bene consumarli con moderazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *